“In questo Paese chiunque è in pericolo”

“In questo Paese chiunque è in pericolo”
“In questo Paese chiunque è in pericolo”

Al primo procuratore delegato al Corte Suprema di GiustiziaGilberto Villarreal, la sua voce si è rotta quando ha riconosciuto il rischio in cui si trova insieme a tre delle vittime del processo che avanza contro di lui ex presidente Álvaro Uribe Véleza causa delle dichiarazioni rilasciate da quest’ultimo nel suo account “X”, mercoledì scorso.

Come affermato davanti al 44° Giudice Penale della Circoscrizione con Funzione Conoscenza, Colpiscono anche le dichiarazioni dell’ex senatore Procura e alle vittime e ha sottolineato che in un Paese come la Colombia chiunque è in pericolo.

Potresti essere interessato

Come ha spiegato Uribe,o indicato che era al servizio dell’ex procuratore Montealegre.

La Procura in questo caso è offesa per le accuse irresponsabili dell’imputato Uribe Vélez perché il rappresentante della Procura è stato marchiato come l’ombra di un ex procuratore generale della Nazione, che si è presentato come vittima“, disse.

“In modo sconsiderato, questo social network viene attaccato e sfruttato”.l, perché se l’imputato Uribe Vélez ha la prova, anche sommaria, che questo delegato è venuto meno ai suoi doveri in questo processo, Ti esorto a mostrarlo e a non attaccare chi parla con minacce simulate, al rappresentante della Procura in questo caso”, ha aggiunto.

Il pubblico ministero ha aggiunto: “Chiedo rispetto perché se non lo fai, nascondi una condotta criminale”.

Pubblico Ministero Villareal Ha anche detto che le dichiarazioni dell’ex senatore hanno colpito tre delle vittime, specificatamente a l’ex procuratore Eduardo Montealegre, l’ex procuratore aggiunto Jorge Perdomo e Deyanira Gómez, ex moglie di Juan Guillermo Monsalve, testimone chiave contro Uribe Vélez.

La sua voce si spezzò mentre sottolineava che “In questo Paese la vita e l’integrità di qualsiasi persona, in questo contesto, è in pericolo e La verità è che nel mio caso mi sento così, non dirò altro (…)”

La veemente dichiarazione del pubblico ministero è arrivata dopo una lunga giornata in cui ha formalmente accusato l’ex senatore Álvaro Uribe Vélez dei reati di corruzione, frode procedurale e corruzione in procedimenti penali.

Nella mattinata di questo venerdì, l’avvocato Juan David León, difensore dell’ex procuratore, ha denunciato minacce di morte, dopo le dichiarazioni rilasciate sulla rete sociale di ‘X’, anche lui ex presidente.

“Ci hanno minacciato perché ci hanno detto che: tutti i guerriglieri devono morire sul punto di piombo”, ha detto l’avvocato, che ha chiesto garanzie per esercitare la sua professione.

L’udienza preparatoria del processo contro l’ex senatore inizierà il 10 luglio davanti al 44° Giudice della Circoscrizione Penale con Funzione Giudiziaria di Bogotá.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un’argentina che vive in Spagna da quattro mesi ha raccontato quali situazioni continuano a sorprenderla
NEXT Controllare quali lavoratori non potranno beneficiare dell’aumento