Quale sarà l’agenda di Javier Milei il 25 maggio?

Questo 25 maggio, il presidente Javier Milei parteciperà al tradizionale Tedeum nella Cattedrale Metropolitana che avrà inizio alle ore 9.30. L’arcivescovo di Buenos Aires, Jorge García Cuerva, guiderà la cerimonia liturgica nella storica sede di Buenos Aires.


Venerdì 24 maggio 2024, 17:07

Il Tedeum nella Cattedrale

Alle 8 si apriranno le porte della Cattedrale e mezz’ora dopo potranno entrare gli ospiti. Alle 9, nella Sala dei Busti della Casa Rosada, i ministri e i segretari di Stato che compongono il Gabinetto incontreranno il Presidente.

Jorge Ignacio García Cueva, nuovo arcivescovo di Buenos Aires.

Alle 9:15 partiranno lungo il viale Rivadavia camminando insieme. L’omelia dovrebbe durare circa 50 minuti, anche se non sono stati rivelati dettagli sul suo tono.


Venerdì 24 maggio 2024, 16:58

Dopo la cerimonia nella Cattedrale, viaggio a Córdoba

Tra mezzogiorno e le 13 il presidente partirà per la provincia di Cordoba, dove a partire dalle 15 si svolgerà l’evento per celebrare la giornata nazionale in cui si ricorderà il 214° anniversario della Rivoluzione di Maggio.

Nonostante la firma del cosiddetto Patto di maggio con i governatori sia stata annullata, Milei pronuncerà un discorso in Plaza San Martín, davanti al Municipio di Cordoba.

Può agire. Recintata l’area pedonale a causa dell’evento del 25 maggio con la presenza di Javier Milei a Córdoba. (Pedro Castillo/La Voce)

Sarà sostenuto dai membri del suo gabinetto e da Martín Llaryora, governatore della provincia. Viaggeranno due aerei: uno con Milei e il suo più stretto entourage, l’ARG 03, e un altro dove andrà la vicepresidente Victoria Villarruel con altri ministri e altri funzionari.


Venerdì 24 maggio 2024, 16:59

Un 25 maggio senza accordo

Il Patto di maggio, secondo quanto affermato dal Capo dello Stato qualche giorno fa, è stato rinviato “perché la Legge Base non sarà in vigore”. In questo senso, ha sostenuto che “non c’è tempo perché venga fuori adesso. Si può fare il 20 giugno, oppure il 9 luglio”, per poi precisare che “quindici giorni in più, in meno, un mese in più, non muoveranno l’amperometro. “Sono riforme che hanno a che fare con il lungo termine”.

Quasi esclusa la data del 20 giugno, giorno in cui Milei sarà ancora in viaggio per l’Europa, dove parteciperà al vertice del G7 – dal 13 al 15 – per poi ricevere due premi, uno in Spagna, il 21. il mese prossimo e un altro in Germania, 24 ore dopo.


Venerdì 24 maggio 2024, 17:00

Anteprima del 25 maggio con… cambiamenti nel governo?

“La nostra prima pietra miliare nella gestione si concluderebbe con l’esito della Legge sulle basi, che potrebbe avere o meno risultati positivi. Questa situazione porterà al fatto che, una volta segnata la tappa fondamentale, dovremo valutare i risultati. L’intero gabinetto è sotto analisi, non solo Posse”, ha dichiarato il presidente in dichiarazioni televisive tra le voci di un crescente malcontento nei confronti del capo di stato maggiore in linea.

Emulando la famosa frase della sua nemesi politica, Cristina Kirchner, sui “funzionari che non lavorano”, Milei ha affermato che, indipendentemente dal fatto che la legge Bases venga approvata o meno, “ciò che ha funzionato viene valutato e ciò che non ha funzionato viene cambiato”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Perché hanno chiuso la famosa attività di Bogotà? Dian spiega i passi da compiere prima di prendere tale decisione
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo