Correo Argentino, la decisione finale: chiudere o restare aperto?

Irrequieto e vigile. Così nasce la vicina città di Fernández Oro a causa del possibile chiusura della sede dell’emblematico Correo Argentinoche a causa di una controversa decisione del governo nazionale, in linea di principio, smetterebbe di funzionare a partire dal 1° giugno.

Conoscendo la notizia drastica, la città e il comune locale hanno respinto categoricamente il provvedimentooltre a fornire pieno sostegno ai tre dipendenti il ​​cui impiego era a rischio, al di là della possibilità che venissero ricollocati in altre filiali della regione se non avessero accettato il pensionamento volontario.

Fin dall’inizio, il Sindacato dei dipendenti postali di Neuquén e Río Negro (SITRECO) è stata in prima linea nell’ardua lotta per evitare che una realtà storica che fornisce un “servizio indispensabile” alla comunità chiudesse i battenti.

Chiusura posta.jpg

Nella marcia della scorsa settimana sono state raccolte le firme per la continuità del Correo Argentino. Foto Anahí Cárdena.

In quel contesto, il Il segretario generale dell’Unione, Rafael Tropa Ha avvertito che “se dobbiamo morire, moriremo in piedi e non in ginocchio” e allo stesso tempo ha promesso di “smuovere cielo e terra” per ribaltare la situazione.

Ebbene, la somma di tutte quelle volontà sembra aver contribuito al Posta riconsiderare la controversa decisione e rispondere favorevolmente alla nobile e giusta richiesta massiccia e popolare.

Senza dubbio, la grande manifestazione di centinaia di residenti del giovedì della settimana prima del grido assordante di “Oro no se closing!” Ciò non passò inosservato agli occhi delle alte autorità di quella centenaria istituzione.

Posta marzo.jpg

Alla marcia erano presenti più di un centinaio di vicini, il segretario generale del sindacato, il sindaco e anche Lavín.

Si è così raggiunta un’intesa, un principio di accordo come rivelato dall’ Truppe nelle ultime ore. “Ho incontrato il direttore regionale delle Poste, Juan Pedro Servido, e il sindaco Amati, è stato raggiunto un accordo tra le due parti affinché l’ufficio non venga chiuso e i lavoratori mantengano la loro fonte di lavoro”.ha sottolineato, come a scoop, il sindacalista della LM Cipolletti.

Una notizia clamorosa che sicuramente sarà festeggiata molto da tutti Oro e occuperà uno spazio importante nell’agenda dei media della zona nei prossimi giorni.

“Tutti sono rimasti sorpresi dalla manifestazione, dal sostegno della gente in mezzo al freddo il giorno della mobilitazione e della comunità in generale. Supporto incondizionato anche attraverso i social network. Siamo molto grati alla direzione del Segretario Generale, al sindaco, ai media e allo stesso Mariano Lavín – ex sindaco e attuale revisore dei conti dell’Istituto di Pianificazione e Promozione dell’Edilizia (IPPV) -. Quando la gente esce è un’altra cosa. Se ciò sarà confermato, sarà il trionfo del popolo», ha detto in voce fuori campo una fonte legata al Correo.

Revisione della storia della possibile chiusura dell’Ufficio Postale

Settimane fa arrivò la triste comunicazione al responsabile della sede di Oro che avrebbero costruito la sede tradizionale in cui si trova Brentana e San Martinol’unico in quella città.

Il provvedimento, sorprendente e doloroso, è stato un colpo, un secchiato di acqua fredda per gli operai, che hanno avvertito l’impatto ed erano visibilmente turbati.

Intanto si moltiplicavano le manifestazioni di sostegno e i gesti di solidarietà da parte dei vicini, incoraggiamento che ha raggiunto il culmine con la marcia verso l’agenzia. Allo stesso modo, il comune ha sempre sostenuto la causa “respingendo categoricamente la chiusura, “Risale a 45 anni fa.” e impegnò la Provincia a intercedere.

La verità è che a volte ci sono lieto fine. Le carte, appunto, sono state gettate ma all’ultima mano è stata fatta giustizia e per ora, con provvisoria continuità, il popolo Oro e gli operai vinsero la partita tanto disputata. Questa notizia vale Oro.

immagine.png

I dipendenti sorridono di nuovo dopo questa felice notizia.

I dipendenti sorridono di nuovo dopo questa felice notizia.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo è il comune dove ha piovuto di più dopo il nuovo sistema frontale
NEXT Quando lo scrittore e giornalista Eduardo Reyes divenne un fantasma nel Palazzo del Governo – Más Río Negro