L’insicurezza alimentare in Colombia è scesa al 26,1% nel 2023: la situazione è migliorata in 17 dipartimenti

L’insicurezza alimentare in Colombia è scesa al 26,1% nel 2023: la situazione è migliorata in 17 dipartimenti
L’insicurezza alimentare in Colombia è scesa al 26,1% nel 2023: la situazione è migliorata in 17 dipartimenti

Nel 2023, 26,1 famiglie su 100 hanno dovuto ridurre, almeno una volta negli ultimi 12 mesi, la quantità, la qualità e la varietà del cibo a cui avevano accesso – credit Carlos Ortega/EFE

Secondo il Dipartimento amministrativo nazionale di statistica (danese), che mostra i risultati dell’indagine sulla qualità della vita (ECV), l’insicurezza alimentare moderata o grave in Colombia è stata ridotta al 26,1% nel 2023. Da questa indagine è emerso che, effettivamente, c’è stata una riduzione dell’insicurezza alimentare, tenendo conto che nel 2022 era del 28,1%.

Ciò significa che nel 2023 26,1 famiglie su 100 hanno dovuto ridurre, almeno una volta negli ultimi 12 mesi, la quantità, la qualità e la varietà del cibo a cui avevano accesso. Nel 2022, 28,1 famiglie su 100 sono state costrette a fare queste riduzioni per mancanza di denaro o altre risorse. Tuttavia, la grave insicurezza alimentare ha registrato una leggera diminuzione, passando dal 4,9% nel 2022 al 4,8% nel 2023.

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp e dentro Facebook.

In 17 dipartimenti del Paese la prevalenza dell’insicurezza alimentare moderata o grave è diminuita; a Boyacá, Bogotá, Magdalena, Putumayo, Nariño, Arauca, Córdoba, Cesar, La Guajira, Atlántico, Caquetá e Chocó, la variazione rispetto al 2022 è considerevole. Tuttavia, in altri 15 dipartimenti è accaduto il contrario, poiché è aumentato il problema dell’accesso al cibo per gli abitanti, che era evidente in misura maggiore a Vichada, Quindío, Cauca, Guaviare, Tolima, Casanare, Cundinamarca e Huila.. In effetti, Vichada è stato il caso più critico, poiché è passato dal 30,7% nel 2022 al 39,7% nel 2023.

In 17 dipartimenti del Paese è diminuita la prevalenza dell'insicurezza alimentare moderata o grave - crediti Colpresa
In 17 dipartimenti del Paese è diminuita la prevalenza dell’insicurezza alimentare moderata o grave – crediti Colpresa

Questi risultati sono il risultato delle risposte date da più di 242.000 persone e più di 86.000 famiglie colombiane a otto domande., di cui è stato realizzato anche un rapporto dettagliato sull’alimentazione degli abitanti del Paese. Il danese ha annunciato le prospettive per il 2023:

  • Il 40,1% degli intervistati teme di non avere abbastanza cibo da mangiare.
  • Il 32,5% dei partecipanti ha dichiarato di non essere in grado di consumare cibi sani e nutrienti.
  • Il 36,3% mangiava poca varietà di cibi.
  • Il 26,7% ha affermato di aver mangiato meno di quanto pensava di dover consumare.
  • Il 20,1% ha riferito di aver dovuto saltare un pasto, fosse colazione, pranzo, pranzo o cena.
  • Il 13,4% ha indicato che, pur avendo fame, si è astenuto dal mangiare.
  • L’11,8% degli intervistati ha dichiarato di aver finito il cibo a casa.
  • Il 5,7% ha indicato che almeno una delle persone con cui convive non ha potuto mangiare nulla per un’intera giornata.

Il ministro Jhenifer Mojica ha assicurato che, sebbene la diminuzione dell’insicurezza alimentare in alcuni dipartimenti sia stata lieve, è importante – credit @jmojicaflorez/X

Il ministro dell’Agricoltura, Jhenifer Mojica Flórez, ha celebrato i progressi compiuti nella sicurezza alimentare sotto il mandato del presidente Gustavo Petro e con l’applicazione delle strategie per ridurre la fame in Colombia.

“Sono stati ottenuti miglioramenti lievi ma importanti. (sic) La tendenza nella percezione della sicurezza alimentare cambia, abbiamo ottenuto che dipartimenti molto sensibili come Chocó, La Guajira, Córdoba, Sucre, Bolívar, Cesar, potessero superare questa situazione di insicurezza alimentare grave e lieve. Ciò fa parte dell’attuazione della trasformazione dell’intero settore agricolo e del diritto umano all’alimentazione che abbiamo portato avanti sulla base di interventi congiunti tra il Ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale, l’Agenzia per lo Sviluppo Rurale, il Ministero dell’Uguaglianza“ha detto il gestore del portafoglio.

Tuttavia, il rappresentante dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) in Colombia, Agustín Zimmermann, ha affermato che, dal suo punto di vista, i risultati del rapporto non mostrano un panorama incoraggiante, il che dimostra che ci sarà da fare in grado di raggiungere l’obiettivo di eliminare completamente la fame in Colombia entro il 2030.

Il rapporto danese non mostra prospettive favorevoli per l’eliminazione della fame in Colombia entro il 2030 - credit Segretariato per l’Integrazione Sociale
Il rapporto danese non mostra prospettive favorevoli per l’eliminazione della fame in Colombia entro il 2030 – credit Segretariato per l’Integrazione Sociale
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Lost in the Amazon”: MAX presenta in anteprima il documentario sulla ricerca di quattro fratelli dispersi nell’Amazzonia colombiana
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo