OCCUPAZIONE LAVORO CALDO CÓRDOBA | Più di 70.000 lavoratori adattano i loro orari a Cordoba al caldo estivo

OCCUPAZIONE LAVORO CALDO CÓRDOBA | Più di 70.000 lavoratori adattano i loro orari a Cordoba al caldo estivo
OCCUPAZIONE LAVORO CALDO CÓRDOBA | Più di 70.000 lavoratori adattano i loro orari a Cordoba al caldo estivo

Il mese di maggio può essere salutato a Cordobatemperature molto calde, Ebbene, per giovedì 30 si prevedono per ora quasi 40 gradi (precisamente 38 gradi), secondo la stima offerta dal Agenzia Meteorologica dello Stato (Aemet).E, con l’arrivo del mese di giugno e della calda estate cordobana, sono tanti contratti di lavoro che si adeguano alla alte temperature.

Oltre ad essere diversi contratti collettivi, che regolano specificamente la giornata lavorativa nel campo o nell’edilizia nei mesi più caldi, dal 13 maggio dello scorso anno, la Spagna ha avuto un Regio decreto legge che istituisce l’obbligo di previsione misure adeguate per proteggere i lavoratori dalle temperature estreme, tenendo conto di questa conseguenza sempre più palpabile del cambiamento climatico.

Secondo questo decreto reale, L’esecutivo centrale può regolamentare il lavoro all’aperto quando sarà stabilito allerta rossa o arancione dell’Agenzia Meteorologica dello Stato (Aemet) da episodi di Calore estremo, L’attività può essere interrotta se il datore di lavoro non può garantire la tutela dei dipendenti, indipendentemente dal fatto che questa circostanza si verifichi in un periodo non corrispondente a quello concordato, ad esempio aprile o ottobre, poiché Sono sempre più numerosi gli episodi di alte temperature al di fuori di quanto compreso nella stagione estiva stessa.

Un uomo fotografa un termometro durante un’ondata di caldo a Córdoba.

Lavoratori beneficiari

Più di 70.000 lavoratori Cordova (circa 60.000 del settore contadino, più circa 18.000 del costruzione, insieme ad un numero imprecisato di professionisti che lavorano anche all’estero e soffrono il caldo (lavoratori del legno, metalmeccanici, postini; addetti alle consegne; addetti ai parchi e ai giardini, addetti alla raccolta rifiuti, pulizia opere urbane o pubbliche; poliziotti; Guardie civili; vigili del fuocoagenti forestali o militari) sono coloro che sono protetti da questo regio decreto.

Nel caso di Cordoba, nei mesi da maggio a settembre, che sono quelli in cui il caldo è più intenso, la grande maggioranza dei 60.000 lavoratori si è riunita accordo del campo non svolgono il loro lavoro, essendo le campagne che danno più lavoro (agrumi E uliveto) Sono concentrati tra ottobre e marzo. Tuttavia, coloro che lavorano nelle ultime settimane di primavera ed estate nei campi di cereali, aglio e girasole, tra le altre colture, che richiedono anche manodopera agricola, stanno sopportando temperature elevate.

Lavora in pieno sole.

Contratti di campo e di costruzione

Secondo le informazioni fornite dal Segretario della Salute sul Lavoro di CCOO Da Cordova, Aurelio Martín, l’accordo agricolo nella provincia di Córdoba è fissato per l’estate In 37 ore settimanali, rispetto alle 39 ore del resto dell’anno, tanto che dal 1° giugno al 31 agosto il personale agricolo lavora 6 ore e 10 minuti, dal lunedì al sabato, con pausa per la colazione.

L’inizio e la fine della giornata continuativa sul campo sono adattati alle caratteristiche del lavoro, dal momento che Nell’aglio, ad esempio, si inizia solitamente all’alba e si finisce a mezzogiorno, per evitare un eccesso di calore.mentre la raccolta dei cereali o dei girasoli viene spesso effettuata nel tardo pomeriggio.

Da parte sua, Martín lo spiega dettagliatamente Il contratto di costruzione a Córdoba per l’estate inizia il 17 giugno e termina il 13 settembre, quindi Le 35 ore settimanali verranno svolte al mattino dal lunedì al venerdì, iniziando in alcune attività anche prima delle 7 del mattino, a seconda dell’attività. Nel luglio dello scorso anno è stato pubblicato uno specifico protocollo di costruzione, basato sul regio decreto approvato dal Governo nel maggio 2023.

Settori del legno e dei metalli

Da parte sua, la sessione mattutina è stabilita in estate nel Settore del legno di Cordoba tra il 1 luglio e il 31 agosto, mentre per lui settore dei metalli, anche se non è stabilito di comune accordo, sì Si consiglia di adeguare l’orario giornaliero a un orario continuo solo al mattino tra il 15 giugno e il 15 settembreaggiunge Aurelio Martín.

Un cameriere serve su una terrazza all’aperto.

Più consapevolezza da parte delle aziende

Il Segretario della Salute sul Lavoro della CCOO di Córdoba sottolinea che “C’è ancora una mancanza di consapevolezza da parte di alcune aziende e imprese della provincia riguardo alla realtà del cambiamento climatico. e con il fatto di che ogni volta gli episodi di temperature estreme si estendono più a lungo nel tempomotivo per cui sollecita che in tutti i settori (compresi quelli del osteria O commercio) Esistono protocolli che regolano tale attività e circostanze meteorologiche e che non aspettano che si siano già verificate le ondate di caldo avere un impatto negativo sui professionisti”.

In questa stessa lineaAurelio Martín auspica l’accordo su nuovi modelli produttivi e lavorativi che si adattino alle condizioni climatiche sempre più estreme durante tutto l’anno. “Ora lanceremo un nota informativa nei settori che prevedono l’ora legale e la giornata lavorativa continuata affinché i lavoratori sappiano di cosa possono beneficiare”, nota Martín.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Acuacar, prima azienda di servizi pubblici in Colombia ad utilizzare Pipers®
NEXT Ci sono già denunce penali sul gruppo WhatsApp in cui sono presenti più di 500 minorenni e dove si diffonde pedofilia