La libertà di stampa respinge le minacce contro i giornalisti a Cúcuta

La libertà di stampa respinge le minacce contro i giornalisti a Cúcuta
La libertà di stampa respinge le minacce contro i giornalisti a Cúcuta

“Come conseguenza dell’escalation degli attacchi e dell’assenza di garanzie e risposte da parte delle autorità, alcuni giornalisti hanno preferito astenersi dal pubblicare informazioni relative a questioni di sicurezza, questioni giudiziarie e azioni di bande criminali, per paura di subire ritorsioni” ha aggiunto FLIP .

Questa situazione ha portato alcuni giornalisti ad autoimporre restrizioni sulla pubblicazione di informazioni relative ad argomenti delicati come la sicurezza e le azioni delle bande criminali., per paura di ritorsioni. Di fronte a questa realtà, FLIP ha lanciato un forte appello alle autorità, esortando la Procura a indagare sia sull’opuscolo che su altri casi di violenza contro la stampa.

La fondazione richiede che l’Unità di Protezione Nazionale rivedere e adeguare gli schemi di protezione in base all’alto rischio affrontato dai comunicatori a Cúcuta. Allo stesso modo, le autorità locali sono state esortate a sviluppare efficaci strategie di prevenzione e protezione per garantire la sicurezza di coloro che praticano il giornalismo in città.

È essenziale adottare misure concrete per tutelare la libertà di espressione e la pratica giornalistica a Cúcuta, affrontando con forza qualsiasi minaccia o atto di violenza che metta a rischio il lavoro informativo e la sicurezza dei comunicatori.


#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo