Sanatorio Argentino nel suo anniversario

La storia iniziò con una crisi sanitaria avvenuta a San Juan nel 1970. A quel tempo, i due sanatori privati ​​più importanti di San Juan, il Sanatorio Central e il Dr. Guillermo Rawson, furono venduti all’ADOS nonostante l’opposizione di molti. Ciò significava che i medici non solo perdevano gli studi dove curavano i pazienti, ma anche le sale operatorie e le strutture ricettive.

Di fronte a questa situazione, il Dr. Carlos Buteler Celis, il Dr. Luis Claudeville, il Dr. Carlos Bartolo Scarso, il Dr. Angel Schwartz, il Dr. Carlos Coria e il Dr. Carlos Mira Blanco hanno avuto l’idea di fondare la “Clínica Argentina. Centro medico-chirurgico e Istituto femminile. Sono stati effettuati ampliamenti per aggiungere strutture di imbarco, sale operatorie e sale parto. al 463 west San Luis Street, destinato esclusivamente ad uffici e laboratori. Nel corso del tempo, i soci fondatori, Dott. Carlos Mira Blanco e Carlos Coria hanno aderito all’iniziativa.
Nel frattempo, in un altro luogo, al 263 East Santa Fe Street, tre prestigiosi professionisti, i Drs. Julian Battistella, il Dott. Enrique Conti Martinez e il Dott. Enrique Perez Navas, presso la “Clínica de la Merced”, hanno lottato con entusiasmo e speranza nel campo dell’“arte di guarire”.

Nel 1983 si unirono le due istituzioni che da allora non hanno smesso di crescere. Tanto che continuano ad espandersi e sono già molto vicini ad aggiungere nuove stanze nell’ambito del progetto “50 anni”.

Tra i servizi che questo progetto aggiungerà ci sono: servizi di emergenza 24 ore su 24, ricovero clinico, terapia intensiva per adulti, unità coronarica, tomografia ed emodinamica.
Anche se non c’è una data precisa, stiamo lavorando duramente per realizzare questo grande desiderio entro la fine dell’anno. Ha diverse tappe importanti nella sua storia, come l’essere stato destinatario del Premio Provinciale di Qualità (2016 e 2019) o l’emergere della Residenza in Tocoginecologia, che è già in attività da 11 anni.

Dal 2001 è iniziato il percorso di Certificazione degli Standard di Qualità, di pari passo con la ISO9001, che oggi prosegue con l’Accreditamento da parte dell’ITAES (Istituto Tecnico per l’Accreditamento delle Aziende Sanitarie), audit volontario a cui si sottopone l’intera Istituzione avendo ottenuto il riaccreditamento per altri due anni ad aprile grazie all’impegno di tutto il personale e dei medici del Sanatorio.

SANA2-728x409SANA2-728x409

Il sanatorio realizza eventi culturali e sociali e accompagnerà le attività sportive in commemorazione di questi cinque decenni. Allo stesso tempo, intende continuare a lavorare per il miglioramento continuo con la formazione organizzata dal Comitato per la didattica e la ricerca, senza tralasciare il proprio impegno per l’ambiente.
Allo stesso tempo, continuerà con le campagne sanitarie che porterà in diverse parti della provincia, rappresentate dalla Fundación Sanatorio Argentino.
Ogni anno il sanatorio poneva alla base i valori che i suoi soci fondatori hanno lasciato in eredità: passione per il servizio, calore nelle cure, miglioramento continuo, impegno professionale e cooperazione. Questi 50 anni hanno lasciato una storia non solo nei pazienti ma anche nei collaboratori che si sono distinti nel corso degli anni. Oggi, guardando indietro, troviamo i Pilastri dell’istituzione, che hanno dedicato tutta la loro vita lavorativa al sanatorio, poiché da lì hanno iniziato e si sono ritirati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Il caso dei 7.800 euro spariti da una cassaforte cooperativa e un’assoluzione confermata