Mariano Muñoz sarà l’allenatore della nazionale femminile adulta argentina

Mariano Muñoz sarà l’allenatore della nazionale femminile adulta argentina
Mariano Muñoz sarà l’allenatore della nazionale femminile adulta argentina

Il direttore tecnico argentino, 37 anni e attualmente residente in Spagna, inizierà il suo lavoro con La Garra a giugno, nel quadro del ciclo olimpico che porta a Los Angeles 2028. Eduardo “Dady” Gallardo conclude un processo durato sei anni che ha lasciato risultati come la migliore posizione storica ai Mondiali e le prime vittorie contro le nazioni europee.

“È per me un profondo orgoglio essere alla guida della nostra nazionale argentina e allo stesso tempo un’enorme responsabilità”, afferma Mariano Muñoz dopo essere stato annunciato nel suo nuovo incarico, che condividerà con Martín Duhau come secondo. Il direttore tecnico, attualmente responsabile degli allenamenti del Club di Pallamano Caserío di Ciudad Real e assistente della prima squadra maschile, ha espresso: “Ringrazio la Confederazione argentina di pallamano per aver creduto in me per iniziare questo ciclo olimpico davanti a La Garra e ovviamente assicuriamo di lavorare instancabilmente per continuare a sviluppare la pallamano femminile nel nostro Paese.

Carlos Ferrea, presidente della CAH, ha presentato alla squadra il nuovo allenatore e ha sottolineato i vantaggi di avere un allenatore in Spagna: “La maggior parte dei nostri atleti gioca lì e approfitteremo della presenza di Mariano Muñoz per concentrarci e allenarci .” ogni volta che potremo, a cominciare da questa pausa invernale. Non c’è tempo da perdere e questo ciclo è già in corso.

«Voglio ringraziare ‘papà’ Gallardo per questi anni che hanno vissuto momenti davvero favolosi. Con la loro professionalità e quella del loro staff tecnico sono riusciti ad alzare l’asticella e oggi dobbiamo puntare di più”, ha dichiarato la dirigente.

Dopo la chiusura del suo ciclo, iniziato nel 2018 e terminato dopo le qualificazioni olimpiche spagnole di aprile, in cui l’Argentina ha dimostrato buone prestazioni in campo anche quando ha raggiunto l’obiettivo della qualificazione a Parigi 2024, Eduardo Gallardo ha dichiarato: “Questo è il processo è stato molto bello, c’è stata una grande crescita e ne sono molto felice. Evolviamo nel fisico, nella tecnica e tattica individuale, nella parte mentale. Siamo migliorati in tutte e quattro le fasi della partita. Partiamo con una squadra competitiva e che ha ottenuto il rispetto dei paesi europei. Voglio ringraziare i giocatori e il mio staff tecnico, con Priscila Álvarez nella preparazione fisica, Hernán Siso che è stato un ottimo allenatore, i kinesiologi Alan Barbe e Santiago Bruno, Daniel Elou nella parte mentale, Martín Duhau, Gastón González Arias e Omar Camel. chi “Hanno lavorato nella formazione.”

Gallardo, responsabile del Programma di Sviluppo Futuro 2028 della CAH, ha sottolineato: «Rimango legato allo sviluppo qui in Argentina, che è anche una sfida molto grande. “Scommettiamo di fare un salto di qualità per avere più e migliori Gladiators e Claw.”

Nelle prossime settimane verranno annunciati i primi concentramenti e convocazioni della nazionale femminile argentina, che inizierà i suoi lavori sotto la guida di Martín Muñoz.

Il percorso che ha portato Muñoz alla Nazionale argentina

L’allenatore ha iniziato la sua carriera nel 2005 con le serie inferiori del Ferro Carril Oeste. Nel 2013 è stato il secondo allenatore femminile della Honor League, in un periodo glorioso per il club Caballito. Ciò gli è valso l’opportunità di diventare secondo nelle squadre nazionali giovanili e femminili tra il 2015 e il 2018. Poi è partito per la Spagna, dove ha conseguito il diploma di Master Coach della Federazione Europea ed è stato campione di Spagna nel 2021 come base. allenatore del Club Pallamano Mislata. Lì ha avuto la sua prima esperienza alla guida della squadra senior, che ha poi replicato con la squadra femminile del Benidorm tra il 2022 e il 2023, da dove è arrivata al Caserío Handball Club di Ciudad Real per assumere la guida delle squadre di base e essere assistente nella prima squadra maschile seniores, che ora gareggia nella fase di promozione all’Asobal, la massima categoria spagnola, e nella fase finale della Copa del Rey.

“L’Argentina sta migliorando da tempo il suo lavoro a livello di base, sia a livello di club che nelle Nazionali, e la mia priorità è continuare con questa crescita apportando l’esperienza che questi sei anni nella pallamano spagnola mi hanno dato,” aggiunge il nuovissimo allenatore degli Artigli. “Lavoreremo per continuare a inserire giovani giocatori, rispettando il modello di gioco che già ha la Nazionale ma anche essendo metodici e insistendo sul miglioramento individuale”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Domani il verdetto del processo Alperovich: il pubblico ministero ha chiesto 16 anni e mezzo di carcere
NEXT A Cali sono già state installate più di 9.130 nuove luci a LED