Le piazze di Javier Milei e le rinnovate promesse politiche

Le piazze di Javier Milei e le rinnovate promesse politiche
Le piazze di Javier Milei e le rinnovate promesse politiche

Dopo l’incursione a Córdoba, i prossimi appuntamenti nazionali mettono l’accento sul Giorno della Bandiera, con il 20 giugno a Rosario (Santa Fe) e il 9 luglio, con la Dichiarazione d’Indipendenza, che ha come capitale la Repubblica fino a San Miguel de Tucumán. Sia Milei che il ministro dell’Interno, Guillermo Francos, hanno dato come probabili entrambe le date per la firma del Patto di maggio con i governatori. L’economista libertario è più vicino a Piazza Indipendenza che al Monumento Storico Nazionale della Bandiera. Di fronte a questa possibilità, si sta già lavorando affinché Tucumán riceva il capo dello Stato, il suo gabinetto e i governatori nella Casa Storica e nel Palazzo del Governo. Mancano ancora 53 giorni, una vita per un’Argentina convulsa che si dibatte tra decelerazione inflazionistica, dollaro più calmo, uscita rapida dalla recessione, accordi politici e istituzionali non ancora raggiunti e una strana scommessa sul sacrificio con la speranza che il cambiamento sia reale, con l’addio all’aggiustamento e verso un Paese più equilibrato.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Banca Mondiale ha sostenuto la linea di Milei e ha chiesto di consolidare il surplus fiscale con modifiche alle pensioni e ai profitti
NEXT Rafael Mansilla, il santo senza volto