Nel bel mezzo dello stage PRO, Ingrid Jetter si è assicurata una posizione internazionale

Nel bel mezzo dello stage PRO, Ingrid Jetter si è assicurata una posizione internazionale
Nel bel mezzo dello stage PRO, Ingrid Jetter si è assicurata una posizione internazionale

L’ex rappresentante nazionale PRO di Corrientes, Ingrid Jetter, ha fatto notizia giorni fa dopo aver appreso del decreto con cui è stata nominata delegata argentina presso la Commissione Amministrativa del Río Uruguay.
La decisione, emanata dal Ministero degli Esteri, guidato da Diana Modino, è implosa all’interno del Partito di Proposta Repubblicana, che a Corrientes mantiene un feroce interno, al di là del consolidamento organico raggiunto da uno dei settori comandati dalla deputata provinciale, Lorena Lazaroff.
Il fatto è che la nomina dell’ex sindaco di Riachuelo ed ex responsabile delle Autostrade (era Macri) non ha fatto altro che rafforzare le posizioni di altri spazi che indicano Jetter come un giocatore solitario, che sa approfittare della sua amicizia con il ministro della Sicurezza della Nazione, Patricia Bullrich per sostenersi in ambito nazionale.
«Non è un incarico ad honorem, è pagato dal Ministero degli Esteri argentino. “Sono 6mila dollari, ma senza un grande vantaggio politico”, ha spiegato a EL LIBERTADOR un leader locale della Pro, che ha riconosciuto che si tratta di una remunerazione costosa, anche se senza peso nella struttura gialla. “È la metà di quello che guadagna un direttore dell’EBY, ma ciò non gli dà la capacità di manovra politica”, ha aggiunto la fonte consultata.
Va tenuto conto che i PRO Corrientes sono riusciti a costituire una lista per il Congresso Nazionale del Partito, cosa che è avvenuta dopo che l’opzione guidata dallo stesso presidente provinciale, Damián Garavano, ha deciso di ritirarsi dalla lotta. I vincitori di questa candidatura interna sono stati coloro che compongono la linea guidata dal deputato Lazaroff, insieme a Carlos Hernández, tra altri esponenti locali.
Ma allo stesso tempo, c’è un altro settore, quello larretista, che cerca di staccarsi dallo logoro partito dominante, e che negli ultimi giorni ha tentato una presenza mediatica per dimostrare la formazione di un blocco che, per momento, non ha ottenuto l’impatto desiderato. Tra i leader apparsi nelle ultime ore c’erano la consigliera Mercedes Mestres e l’ex capo del Lavoro della Nazione a Corrientes, “Tete” Costaguta.
Con tutto questo panorama, la nomina di Jetter non ha fatto altro che mostrarla da sola, mentre giocava al suo gioco, senza determinare fino a che punto intende recitare a Corrientes (vedi separato).
Per alcuni, grazie all’enorme cifra ottenuta integrando l’entità binazionale del fiume Uruguay, ciò gli permetterà di restare lontano per i prossimi 4 anni e poi ripensare una strategia di ritorno provinciale, avendo come testa di ponte il Comune di Riachuelo, che governa insieme a suo fratello più di dieci anni fa.

“Non mi sono lasciato coinvolgere”

Ingrid Jetter è stata consultata qualche giorno fa alla radio Dos sul suo ruolo nella prigione. «Io non sono stato assolutamente coinvolto nella questione interna, se fosse valida o meno. Sì, faccio parte del Consiglio nazionale della PRO, abbiamo avuto un ottimo incontro, quando Mauricio Macri è entrato in carica come presidente del Consiglio,” ha detto, aggiungendo che “ha detto che avremmo aspettato l’approvazione del la Legge Base per prendere decisioni, e ha anche affermato che “La PRO deve agire facendo ciò che è appropriato”. In questo modo ha mostrato un certo approccio e condiscendenza nei confronti dell’ex presidente. Un bel gesto al quale molti non credono, poiché il suo legame organico più forte sarebbe quello di Bullrich, divenuto vescovo più dei libertari che dei “gialli”.
La Delegata binazionale ha sottolineato, riguardo alla candidatura locale, che “le sembrava che bastasse fissare una nomina per 12 posti nell’assemblea nazionale, avrebbero dovuto mandare solo 12 persone, non ne vedevo il senso, ” ha sottolineato in tono critico verso quanto hanno agito i suoi coetanei partigiani.

Designazione

L’ex rappresentante nazionale di Corrientes è stato convocato dalla cancelliera Diana Mondino nella Commissione amministrativa del fiume Uruguay. È stata designata delegata argentina con il decreto n. 442/2024 pubblicato questo giovedì 23 nel Bollettino ufficiale.
“Poiché il posto è vacante, è necessario nominare Ingrid Jetter come delegata argentina presso la Commissione Amministrativa del Fiume Uruguay presso il Ministero degli Affari Esteri del Ministero degli Affari Esteri, del Commercio Internazionale e del Culto”, si legge nel documento.
«L’agenda è ampia, tocca i temi della pesca, dell’ambiente, della manutenzione dei ponti, del dragaggio, di tutto ciò che ha a che fare con il fiume. “Contempla tutta la frontiera tra Argentina e Uruguay”, ha spiegato in contatto con la stampa.
Jetter è stato giorni fa a Buenos Aires, dove è stata confermata la sua nomina e allo stesso tempo ha partecipato al primo incontro, via web, con l’Uruguay, dove sono state discusse questioni relative alla pesca, all’ambiente, alla manutenzione dei ponti, al dragaggio, tra le altre questioni. .
“Ho ricevuto la chiamata di Diana Mondino a dicembre, ma c’è voluto un po’ prima che arrivasse e in diversi progetti economici che ho sviluppato mi sono consultato con lei, è un’ottima professionista”, ha osservato a proposito del funzionario nazionale che ha confermato la posizione.
Non poteva quindi sottrarsi alla consultazione sul profilo dirigenziale di Javier Milei. “Il Presidente ha convinzioni molto chiare, la squadra è molto importante, ma la leadership è essenziale quando il Paese ha bisogno di un cambiamento profondo, che il leader abbia quella convinzione riguardo alla direzione che vuole prendere”, ha detto senza dimenticare di evidenziare il suo faro politico: “Sottolineo Patricia Bullrich, che nel suo ruolo è molto convinta di quello che fa.”

.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un giudice federale di Rosario ha assunto il figlio del contabile del boss della droga Esteban Alvarado
NEXT ADNciudad.com | – “Continuiamo a sensibilizzare sulla sicurezza stradale”