Nel primo trimestre gli argentini hanno consumato 14 milioni di litri di vino in meno rispetto allo stesso periodo del 2023

Nel primo trimestre gli argentini hanno consumato 14 milioni di litri di vino in meno rispetto allo stesso periodo del 2023
Nel primo trimestre gli argentini hanno consumato 14 milioni di litri di vino in meno rispetto allo stesso periodo del 2023

Le vendite di vini varietali sono diminuite del 5,4% nei primi quattro mesi dell’anno

Crollano le vendite di vino sul mercato interno e non accennano a una possibile ripresa. Anche se il calo non è una sorpresa, dato che i consumi in generale sono in calo, la sua entità è sorprendente.

Secondo i dati di Istituto Nazionale della Viticoltura (INV)Nei primi quattro mesi dell’anno i consumi in Argentina si sono contratti del 6,4%. Le cantine sono passate da 222,5 milioni di litri venduti nei primi quattro mesi del 2023 a 208,3 milioni di litri venduti nel 2024, ovvero 14,2 milioni di litri in meno.

Se si analizzano le statistiche per tipologia di vino, si scopre che il calo più significativo in termini percentuali è stato quello degli spumanti, il cui livello di vendite è diminuito del 30,7% nei primi quattro mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo del 2023 Nel frattempo, le vendite di vini senza menzione varietale sono diminuite del 5,5% e quelle di vini varietali sono diminuite del 5,4%.

Se però si studiano i risultati per tipologia di imballaggio, si osserva che le due bottiglie più apprezzate, quella da 750 cm3 e quella da 1.001 a 1.500 cm3, hanno perso quote di mercato. IL bottiglie comuni (750 cm3) hanno registrato un calo del 6,6%, dopo essere passati da 91,2 milioni di litri venduti nel 2023 a 85,2 milioni nei primi quattro mesi del 2024. I più grandi, dal canto loro, hanno smesso di consumare il 7,9%. In quel formato ne sono stati venduti 37,4 milioni nel 2023 e 34,4 milioni consumati nel 2024.

I risultati sono ugualmente negativi nel caso di Tetra Brik, che ha subito nel periodo analizzato un calo del 5,6% (con quella tipologia di imballaggio sono stati venduti 5 milioni di litri in meno). Ai cali si aggiungono le vendite di vini in damigiane (-28,1%), lattine (-33%) e Bag in Box (-58%).

La maggior parte della produzione delle cantine è destinata al mercato interno, ma un numero significativo di aziende punta al mercato estero. La verità è che il commercio internazionale serve ad attutire parte del declino che si sta verificando all’interno del paese.

Le esportazioni hanno avuto una forte ripresa in aprile.

Analizzando le statistiche si possono trarre due conclusioni principali. I primi quattro mesi sono stati negativi per gli esportatori, ma aprile è stato chiaramente positivo.

Nel bilancio dei primi quattro mesi dell’anno, risulta che il volume totale esportato di vino frazionato (quasi tutta in bottiglia) in contrazione del 4,2%. In volume, la diminuzione è stata di 2,1 milioni di litri.

A ciò vanno aggiunte le esportazioni di vino sfuso (non frazionato). Le statistiche pubblicate dall’Indec mostrano in questo caso un recupero del 4,2%, che si traduce in un miglioramento di soli 70mila litri.

In totale, sommando vino frazionato e sfuso, l’export di vino è diminuito del 2,2% nei primi quattro mesi dell’anno, passando da 64 milioni di litri esportati nel 2023 a 62,6 milioni di litri venduti all’estero nel periodo gennaio-aprile 2024.

In termini di valore il calo è stato ancora maggiore (3,5%). Come dettagliato dall’INV, nei primi quattro mesi del 2023 le cantine hanno fatturato 217,2 milioni di dollari, mentre nello stesso periodo di quest’anno hanno realizzato un fatturato di 209,5 milioni di dollari. La contrazione è più significativa di quella osservata in termini di volume perché il prezzo medio totale delle esportazioni è diminuito dell’1,4%.

Ora, con specifico riferimento al mese di aprile, i dati rilevati dall’INV indicano che si è registrato un forte recupero, pari al 32,1%, grazie ad un miglioramento del 35,8% nella commercializzazione dei vini frazionati e ad un rimbalzo del 21,8% sfuso. esportazioni di vino.

In termini di valore la crescita è stata del 27%. In totale, nell’aprile 2023 sono stati fatturati 51,1 milioni di dollari e nello stesso mese di quest’anno 64,9 milioni di dollari.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La XII Conferenza e la XVII Mostra “Shapers of the Future” si terranno a Camagüey
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo