Quarantamila persone ricevono l’acqua tramite tubature a Sancti Spíritus

Quarantamila persone ricevono l’acqua tramite tubature a Sancti Spíritus
Quarantamila persone ricevono l’acqua tramite tubature a Sancti Spíritus

Quarantamila persone ricevono acqua tubi nella provincia di Sancti Spiritussecondo la stampa ufficiale, che attribuisce questa situazione alla siccità e all’irregolarità con cui l’acqua entra nelle case a causa dei blackout, situazione definita con l’eufemismo di “contingenza energetica”.

La situazione del comune è “critica” in alcune parti della provincia, riconosce Roberto Nápoles Darias, direttore dell’Azienda Provinciale degli Acquedotti e delle Fogne, tenendo conto che 13.700 residenti dipendono esclusivamente dalle autocisterne per l’approvvigionamento idrico.

A Trinidad, ad esempio, la situazione è estrema poiché la sua principale fonte di approvvigionamento, San Juan de Letrán, è ai livelli più bassi e pompa meno di un terzo (20 litri al secondo) della sua capacità (95 litri al secondo). l’acqua non raggiunge molte zone di questa città. Particolarmente colpiti sono il centro storico, le alture e i consigli popolari. Inoltre i blackout impediscono l’arrivo dell’acqua dalla batteria di pozzi di cui dispone questo comune.

La provincia, ha aggiunto Darias, ha due impianti di trattamento delle acque: Yayabo e Macaguabo. Il secondo rifornisce sei residenti su dieci (62%) del municipio capoluogo e di Cabaiguán. Entrambi gli impianti soffrono della “obsolescenza tecnologica” di cui soffre la maggior parte dei servizi pubblici erogati nel Paese e che si nota soprattutto nel settore della fornitura di energia elettrica.

Ora si sta investendo per installare nuove attrezzature di pompaggio a Macaguabo e sostituirne alcune che funzionano da 20 anni, il che migliorerà presumibilmente il servizio fornito a Sancti Spíritus e Cabaiguán. Infatti, secondo il direttore provinciale, sono già stati installati quattro motori e tre sono funzionanti.

Tuttavia questa spiegazione non convince e nella stessa stampa ufficiale un lettore rimprovera che queste infrastrutture non sono state mantenute e che si è arrivati ​​a questa situazione. “Non capisco bene chi sta facendo lo sforzo tra il governo e il popolo. Il governo non sta facendo lo sforzo. Ciò che non ha fatto è stato prevedere questo avvenimento e aspettare 20 anni per scoprire l’obsolescenza tecnologica. Scoprono l’acqua calda quando Sta bollendo”.

In realtà, quelli che stanno peggio sono i comuni che dipendono dall’altro impianto (Yayabo) che secondo il direttore provinciale pompa la metà dei litri al secondo a causa della siccità perché funziona al massimo della sua capacità. E questo riguarda soprattutto la zona centrale: via Parco, viale, vie Agramonte, Martí, Máximo Gómez e anche la parte sud della città (quartiere 23 dicembre). In questo caso i miglioramenti si noteranno se piove.

Di fronte a questa situazione, le autorità hanno avviato un servizio di condutture idriche che dà priorità alle scuole e ai centri di cura e, la sera, ai residenti delle zone più colpite, che non specificano quante ce ne sono né con quale frequenza né a che prezzo ricevono i tubi. Ma non sono economici. Lo spiega un lettore che sostiene che a Trinidad si paga 5.000 pesos a pipa (14,70 dollari).

Il problema a Sancti Spíritus non è solo che non c’è acqua ma che quella che arriva è di scarsa qualità. Lo scorso aprile, la provincia ha registrato un aumento dei casi di malattie diarroiche acute (ADD)attribuito dal governo alla scarsa fornitura e al trattamento dell’acqua potabile.

Il dottor Yurien Negrín Calvo, vicedirettore di Epidemiologia del Centro Provinciale di Igiene, Epidemiologia e Microbiologia, assicurò allora che il tasso di incidenza nella provincia era di 277,6 per 100.000 abitanti, ma questo tasso è più alto nei comuni di Jatibonico, Taguasco. , La Sierpe e il territorio principale.

Il consiglio ha inoltre avvertito che la precaria situazione igienica nella provincia contribuisce all’aumento delle malattie diarroiche. Ma l’aumento dell’EDA non riguarda solo il territorio di Sancti Spiritus poiché una situazione simile è stata segnalata lo scorso marzo nella vicina provincia di Ciego de Ávila.

In tutti i comuni, ad eccezione di Chambas e Bolivia, è stato segnalato un aumento dei casi, più frequente nei bambini sotto i 15 anni, soprattutto nei bambini fino a un anno. Da gennaio a marzo quella provincia ha registrato un aumento dei casi dell’86% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’impresa funebre di Santiago de Cuba è crollata, più di 29 defunti sono stati sepolti contemporaneamente
NEXT Tolima News: Un’orchestra che canta il folklore di Tolima