Legge Basi: meno risorse per Mendoza

►POTREBBE INTERESSARTI: Flor Destéfanis vuole che il peronismo di Mendoza sia sostenuto dalla forza dei suoi sindaci

Anabel Senato della Nazione 2.jpg

Il dibattito sulla Legge Base continua.

Gli effetti della normativa tributaria

Secondo un rapporto dell’OPC (Ufficio di Bilancio del Congresso Nazionale), l’effetto netto della legge fiscale fa sì che Mendoza perda risorse, dato che la perdita dovuta alla riduzione delle aliquote e dei benefici dell’imposta sulla proprietà personale non viene raggiunta essere recuperato con il ripristino dell’Irpef per i lavoratori. Per le province, nell’anno 2024, ciò che non si riceve dal Patrimonio Personale rappresenta lo 0,20% del Pil, mentre ciò che si recupera dai Profitti raggiunge lo 0,17%. Per gli anni successivi (dal 2024 in poi), la riduzione dei trasferimenti per i beni personali aumenta dallo 0,22% del PIL allo 0,33%.

Ciò pone un problema economico, ma anche morale. Economico perché Mendoza avrà meno risorse a causa della compartecipazione, e morale perché si tenta di colmare il “buco” nella riscossione causato dalla riduzione dell’imposta sulla proprietà personale (pagata da coloro che possiedono più proprietà nel paese) “ copertura” (senza successo) sostituendo l’imposta sul reddito (pagata dai lavoratori). È la storia di Robin Hood: nel pieno di una crisi economica e con una recessione senza precedenti, Prendono dai poveri per dare ai ricchi. La casta? Festeggiare.

Per comprendere appieno il paradosso della proposta fiscale della Legge Base, dobbiamo sapere che l’imposta sui beni personali (che è in gran parte condivisa) è, forse, la più progressiva nel sistema fiscale. Secondo i dati ufficiali del 2020, gli 800 contribuenti con il più alto potere d’acquisto hanno rappresentato il 24,4% della riscossione di questa imposta e hanno contribuito con risorse equivalenti allo 0,19% del PIL.

Ma torniamo a Mendoza. Nel caso in cui le modifiche venissero approvate, secondo i calcoli forniti dall’ufficio di bilancio, Mendoza riceverebbe un totale di 42.162 milioni di pesos nel 2024 per la reintegrazione dell’imposta sul reddito di 4a categoria. Tuttavia, questa cifra contrasta con una diminuzione del reddito stimato in 48.666 milioni di pesos per la provincia, almeno durante quest’anno, a causa dei benefici fiscali dell’imposta sulla proprietà personale. Sono 6.504 milioni di pesos che Mendoza non riceverà più e che invece finiranno nelle tasche di chi possiede il patrimonio più grande del Paese (nei confronti dei quali non ho nulla di personale, ma devono pagare quanto dovuto, in un sistema fiscale progressivo dove chi ha di più paga di più) .

Quante scuole o ospedali si potranno costruire con 6.504 milioni di pesos? Quanti telefoni cellulari o giubbotti antiproiettile per i nostri agenti di polizia si potranno acquistare con quei soldi? I nostri vignaioli hanno bisogno di reti antigrandine, i nostri giovani hanno bisogno del riscaldamento nelle scuole. Siamo davvero nella posizione di disprezzare una tale somma di denaro solo per essere obbedienti a Milei? La gente di Mendoza non ha bisogni urgenti di cui occuparsi?

Durante la discussione della Legge Base al Senato ho posto molte domande importanti per Mendoza: la maggior parte è rimasta senza risposta. Mi sono chiesto: come pensate di compensare le province per questa riduzione di risorse che il pacchetto fiscale implica in combinazione con il regime RIGI, mentre il surplus (oltre ad essere socialmente insostenibile e al collasso delle risorse fiscali provinciali) viene sostenuto con tagli alle fondi provinciali e con tasse non condivise, ad esempio TASSA PAESE?

senato nazionale 2.jpg

► POTREBBERO INTERESSARTI: Le 40 domande a cui ha risposto il Capo di Stato Maggiore ai tre senatori di Mendoza

C’è molto da fare per quanto riguarda la Legge sulle Basi, ma non posso concludere senza menzionare il disastroso RIGI e il disastro che questo regime genererebbe a Mendoza. Questa regola ha l’unico obiettivo di creare il quadro giuridico per un’economia speculativa ed estrattivista, senza manodopera di Mendoza, senza progresso per le nostre imprese locali, senza dollari per il nostro Paese. Non sono nemmeno obbligati a lasciarci il know-how (un insieme di conoscenze tecniche e amministrative indispensabili per condurre un processo commerciale). Ma quello che più mi preoccupa, essendo originario di Mendoza, è che il testo della legge lo afferma chiaramente Il RIGI è al di sopra della legislazione ambientale provinciale e qualsiasi legge che sia di “ostacolo” agli investimenti esteri sarà assolutamente nulla.. La Legge sull’Acqua, la Legge sui Ghiacciai, la 7.722 o qualsiasi altra normativa che metta fine all’inquinamento sono in pericolo imminente.

Il RIGI è la lettera di morte della nostra nazionale. Propone una concorrenza assolutamente sleale per le imprese del paese: una società mineraria straniera, ad esempio, potrà importare qualsiasi cosa (ad esempio macchinari metalmeccanici) a tasso 0, anche usato, e venderlo sul mercato interno!

Vogliamo investimenti? Ebbene, certo che sì, ma con lavoro per la nostra gente, con slancio per le nostre imprese, con tasse giuste per lo Stato, con cura per la nostra terra e apprendimento per le nostre generazioni future. Come se tutto ciò non bastasse, il RIGI è del tutto unitario e contrasta con il federalismo di cui il nostro Paese ha bisogno per poter crescere: tutte le grandi aziende, anche se estraggono materie prime a Salta, San Juan, Misiones o Mendoza, pagano le tasse nella capitale federale.

In conclusione, è chiaro che la Legge delle Basi non fa bene allo sviluppo del Paese e genera notevoli danni economici per Mendoza, oltre ad un trasferimento lineare di risorse dalle tasche dei lavoratori e dei monotributisti ai 1.000 contribuenti più ricchi del Paese (che beneficiano anche del riciclaggio di denaro. Chiude tutto, vero?) È più che chiaro: chi voterà per questa legge lo farà contro la nostra provincia e tradirà la fiducia che i mendozani hanno riposto in loro per rappresentare i loro interessi. . Lasciamo che sia la storia a giudicarli.

►POTREBBE INTERESSARTI: Sagasti ha definito Suárez “barrabrava” e ha definito incostituzionale il regime dei grandi investimenti

Nota: L’autore di questo articolo è un senatore nazionale di Mendoza di Unión por la Patria.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo