Quasi 500 famiglie confinate nel quartiere Palmeiras di San José del Fragua, Caquetá

Quasi 500 famiglie confinate nel quartiere Palmeiras di San José del Fragua, Caquetá
Quasi 500 famiglie confinate nel quartiere Palmeiras di San José del Fragua, Caquetá

Circa 500 famiglie sono confinate nel villaggio di Palmeiras, giurisdizione del comune di San José del Fragua, a Caquetá, a causa degli scontri tra gruppi dissidenti delle FARC, che si contendono il controllo del territorio, un’area confinante con il dipartimento di Cauca.

“Siamo preoccupati che nello sviluppo degli scontri tra il fronte Carolina Ramírez, dello Stato Maggiore Centrale dei dissidenti delle FARC, e la struttura Commandos de la Frontera, della Seconda Marquetalia, anch’essa dei dissidenti delle FARC, le comunità abbiano riferito che non hanno potuto lasciare le loro case per paura dell’escalation delle azioni armate e della presenza di corpi senza vita sulle strade rurali dei membri che, secondo la loro denuncia, appartenevano a questi gruppi armati illegali,” dice il Mediatore. Persone, Carlos Camargo Assis.

Considerata la grave violazione dei diritti umani e i continui scontri armati, il Difensore civico avverte della possibilità che nelle prossime ore si verifichi un massiccio sfollamento forzato delle stesse comunità confinate nell’area urbana di San José del Fragua.

Leggi anche: (È evidente il traffico di influenza nelle richieste di passaporti)

“Nella nostra lettera di conclusione del 13 febbraio, che abbiamo inviato al Ministero degli Interni, abbiamo spiegato i rischi per i leader sociali e comunitari, così come per i contadini, dovuti alla riorganizzazione e al recupero dei territori dei gruppi armati illegali nel territorio a sud di Caquetá”, afferma Carlos Camargo Assis.

L’Ufficio del Difensore Civico, attraverso l’Ufficio Regionale di Caquetá, è stato in contatto permanente con il sindaco di San José del Fragua, con i leader della zona e con il governatore del dipartimento, che più volte hanno messo in guardia sulla difficile situazione umanitaria che vive in zona.

Su richiesta dell’Ufficio del Difensore civico, si è tenuto un consiglio di sicurezza straordinario, in cui l’entità ha insistito sulla necessità di promuovere urgentemente un comitato di giustizia transitoria in modo che l’attenzione si diriga verso il possibile spostamento massiccio verso l’area urbana del comune.

In altre notizie

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV San Juan Street celebra i suoi festeggiamenti dal 23 al 27 e lancia una “degustazione popolare”
NEXT Salvataggio di un formichiere che si trovava in uno scantinato a Nariño