Lunedì una portaerei nucleare proveniente dagli Stati Uniti arriverà in Argentina: le ragioni

La portaerei nucleare americana USS George Washington arriverà questo lunedì in Argentina, con a complemento di 5.400 marinai, per poter partecipare all’esercizio formativo “Gringo Gaucho II”vicino a Mar del Plata, con navi, elicotteri e aerei della Marina argentina.

A causa delle sue notevoli dimensioni (332 x 317 metri), la nave, che è una delle undici portaerei nucleari di cui dispongono gli Stati Uniti e che ospita 5.400 soldati, non potrà attraccare in nessun porto del nostro Paese e rimarrà nelle acque giurisdizionali argentinescortato dalla USS Porter e dalla nave logistica USNS John Lenthall.

L’esercizio che verrà svolto Giovedì 30 e Venerdì 31, Il suo obiettivo è lo scambio tra le marine dei due paesi ed è prevista la visita del Presidente della Nazione, Javier Milei.

Da parte della Marina argentina, faranno parte i cacciatorpediniere ARA La Argentina e ARA Sarandí, le corvette ARA Spora e ARA Rosales, le navi pattuglia oceaniche Contraalmirante Cordero, Piedrabuena e Storni, due elicotteri Sea King H3, un elicottero Fennec, un aereo da esplorazione o sorveglianza marittima B-200 e due aerei Turbo Mentor. Alcuni prenderanno parte agli esercizi 750 marinai argentinihanno indicato fonti del Ministero della Difesa.

L’ultimo giorno ci sarà un atto protocollistico presso la Base Navale di Mar del Plata, alla quale parteciperà il Ministro della Difesa, Luis Petri e sarebbe presente anche il responsabile del portafoglio Sicurezza, anche se non è stato ancora confermato, Patrizia Bullrich.

Sia il Presidente che i ministri sono stati invitati a salire a bordo di una delle navi che fanno parte della Settima Flotta degli Stati Unitie che opera nel Pacifico.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Modifiche alla Legge sul Patronato Culturale di Buenos Aires
NEXT La protesta degli insegnanti a Nariño impone la chiusura della frontiera con l’Ecuador – LaVibrante.Com