Le leggi di Rolando Figueroa vanno su un’autostrada nella Legislatura

L’altro provvedimento, adottato a febbraio e con decreto, ha determinato l’aumento delle aliquote sul reddito lordo per cinque attività.

Rolando Figueroa Asuncion discorso legislativo

Figueroa ha ottenuto il sostegno del MPN per le sue fatture.

Claudio Espinoza

Il settore finanziario ha cominciato a pagare il 9% (era dal 7), mentre nel settore edile è passato dall’1,5% al ​​2,25%. L’intervento del Legislativo, in questo caso, è stato che il riadeguamento aveva una legge precedente alla sua entrata in vigore che li aggiornava da parte dell’IPC.

A ciò si aggiunge l’approvazione di un altro disegno di legge, nel quadro dell’emergenza sanitaria, che autorizza per due anni l’Esecutivo e la possibilità di estendere a quattro, l’appalto diretto delle forniture per il settore sanitario.

Anche l’emergenza penitenziaria, che ha favorito l’assunzione di debito per 50 milioni di dollari per l’acquisto diretto di attrezzature e opere infrastrutturali del carcere.

Debito, pedaggio e tassa

L’altra grande mossa finanziaria su cui ha optato il governo di Figueroa è stata l’assunzione di nuovo debito, con l’obiettivo di procedere con la cancellazione delle scadenze dei vecchi debiti e poter intraprendere un piano di opere pubbliche.

La Legislatura ha già concesso a Figueroa 500 milioni di dollari, di cui 350 saranno destinati al piano abitativo, alle scuole e ai progetti stradali.

D’altra parte, tra i progetti recentemente sanzionati c’è il controverso sistema di pedaggio, con l’obiettivo di finanziare la costruzione, la manutenzione e la riparazione delle strade provinciali.

Stabilisce come prioritari i tratti delle strade 7, 17, 51 e 67, a cui si sono aggiunti con l’approvazione del progetto, in particolare 5, 8 e 6. Inoltre, il governo provinciale ha il potere di incorporare nuove strade provinciali o nazionali trasferite dalla Nazione per il suo mantenimento nel territorio provinciale che potrà anche essere interessato dalla riscossione.

Un’altra legge approvata questa settimana è quella che stabilisce l’imposizione di una tariffa per l’utilizzo della risorsa idrica che le società idroelettriche utilizzano per la produzione di energia.

Il progetto, presentato dal MPN ma con l’approvazione di Figueroa, lascia aperta anche la possibilità di imporre royalties per l’uso dell’acqua.

Sono state approvate anche le leggi per la regolarizzazione degli affitti temporanei della provincia e il recupero finanziario delle opere sociali per il settore sanitario, inviate dall’Esecutivo.

I progetti in arrivo

Per quanto riguarda le altre norme che la Giunta provinciale cercherà di garantire, l’ Legislatura approva, il progetto di risanamento finanziario dell’IPVU è all’esame del comitato, che cerca, da un lato, di regolarizzare la situazione di delinquenza e, dall’altro, di aggiornare i valori pagati dai beneficiari dei piani di casa.

L’altro progetto con finalità di riscossione delle tasse è più controverso, è stato già discusso in Commissione Bilancio e ha sollevato alcune voci contrarie, anche da parte degli alleati del partito al potere, che non hanno portato alcun progresso nella sua gestione.

Si tratta di una fattura che stabilisce il pagamento di un acconto sul reddito lordo per prodotti o merci che entrano nella provincia di Neuquén.

palazzo legislativo di Neuquen

Anche se il progetto non è stato presentato dall’Esecutivo (si tratta del deputato Carlos Coggiola, alleato del partito di governo e rappresentante del blocco federale di Neuquén), ha l’approvazione del governatore Rolando Figueroa.

E una seconda, promossa dal deputato Marcelo Bermúdez (anche lui alleato del governo), che non è stata ancora discussa in commissione, propone la riscossione diretta di tutte le tasse provinciali mediante addebito automatico sugli stipendi di alcune categorie di dipendenti statali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV El Hoyo Soplador, una delle attrazioni turistiche di San Andrés
NEXT Continuano ad essere aperte le iscrizioni ai giochi urbani per i giovani fuegini