Casanare aderisce alla Settimana Internazionale dei Detenuti e degli Scomparsi » PRENSA LIBRE CASANARE

Con diverse azioni umanitarie e pedagogiche, l’Unità di ricerca delle persone segnalate come scomparse aderirà alla Settimana internazionale dei detenuti e dei dispersi, che si svolgerà dal 26 al 31 maggio. Le attività condotte dall’Entità non sono solo un omaggio alle migliaia di vittime della scomparsa e al lavoro di ricerca che i loro cari portano avanti da anni, ma anche un appello alla società affinché l’intero Paese prenda coscienza e ripudi questa piaga.

A questo proposito, Luz Janeth Forero Martínez, direttrice dell’UBPD, ha sottolineato l’importanza di continuare a sensibilizzare i cittadini sugli impatti delle sparizioni nel Paese e ha riferito che, ad oggi, esiste un universo in costante aggiornamento di 111.640 persone scomparse. per il conflitto.

“Questa commemorazione è il risultato della persistenza e dell’impatto delle organizzazioni della società civile per combattere il silenzio e il negazionismo storico di fronte alle atroci violazioni dei diritti che provocano la scomparsa di persone, nel contesto delle detenzioni illegali” ha affermato il direttore.

Dalla legge 1408 del 2010, promulgata grazie all’influenza delle organizzazioni familiari, ogni anno in Colombia si commemora la Settimana del Detenuto Scomparso. Questa volta l’UBPD accompagnerà diverse iniziative e azioni per rafforzare la ricerca di persone.

La commemorazione a Casanare

Si sta coordinando il gruppo di lavoro territoriale interno dell’UBPD di Casanare, sotto il coordinamento di Carolina Olmos organizzazioni ed enti territoriali, diversi eventi che si svolgeranno durante questa settimana: concerto di musica, proiezione del documentario “Por cielo y Tierra”, piantagione di alberi, suono delle campane in tutte le chiese di Yopal, tra le altre attività, fanno parte di questo ordine del giorno.

Nell’ambito di questa settimana verrà sviluppato anche il lancio della rete di sostegno ai ricercatori, una strategia che cerca di integrare tutti gli attori della società civile nelle azioni di ricerca umanitaria, cercando di aumentare i contributi di informazioni e richieste di ricerca. L’evento, aperto al pubblico, avrà luogo venerdì prossimo, 31 maggio, dalle 8:00 alle 12:00 presso la biblioteca La Triada a Yopal, Casanare.

Attività a livello nazionale

Conversazione “Li cerchiamo tra cielo e terra: esperienze dall’estero”

Questo evento avrà luogo il 26 maggio sul canale YouTube dell’UBPD. Il suo obiettivo è aprire un dialogo virtuale tra i ricercatori provenienti dall’esilio e quelli che si trovano in Colombia.

In questa conversazione verranno presentate le esperienze e gli apprendimenti di ricerca relativi al lancio del documentario Por cielo y tierra, che spiega passo dopo passo il processo di ricerca umanitaria ed extragiudiziale condotto dall’Entità. Questa attività segnerà l’inizio della Settimana internazionale dei detenuti e degli scomparsi. Giornate di sensibilizzazione

“L’educazione abbraccia ricerca ed empatia”

Il 29 maggio, gli studenti dell’istruzione primaria e secondaria provenienti da più di 3.000 istituti scolastici parteciperanno a spazi di riflessione ed empatia riguardo al fenomeno della scomparsa delle persone. Attraverso guide pedagogiche e atti simbolici si incoraggerà la non ripetizione delle sparizioni e si rafforzerà la cultura della pace nella comunità scolastica della Colombia.

A Bogotá, l’Unità di ricerca delle persone denunciate come scomparse, insieme al Ministero dell’Istruzione, terrà il dibattito “Come parlare di scomparsa a scuola?”, che sarà trasmesso in diretta su Facebook Live. Vi parteciperanno studenti, insegnanti, ricercatori ed enti statali. Questa attività si svolgerà presso la San Francisco de Asís Annex School (Casfa).

Sulla settimana del detenuto scomparso

Questa commemorazione è il risultato della tenacia delle organizzazioni della società civile, guidate inizialmente dalla Federazione Latinoamericana delle Associazioni dei Parenti dei Detenuti Scomparsi (Fedefam), un’organizzazione non governativa composta da associazioni di parenti dei paesi dell’America Latina e dei Caraibi in quei paesi in cui è stata o viene praticata la sparizione forzata di persone. Durante questa settimana, ogni anno si svolgono attività e riflessioni per ricordare le vittime e la lotta dei parenti in cerca di visibilità e solidarietà per evitare il ripetersi di questa piaga.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Quali sono i 5 quartieri di Santa Fe dove è già in esecuzione il piano di illuminazione pubblica?
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo