Femminicidio brutale della bibliotecaria del Chaco: la giustizia trova un coltello e le indagini vanno avanti

Femminicidio brutale della bibliotecaria del Chaco: la giustizia trova un coltello e le indagini vanno avanti
Femminicidio brutale della bibliotecaria del Chaco: la giustizia trova un coltello e le indagini vanno avanti

La vittima è stata trovata ferita su una strada di campagna (Foto: Facebook)

L’indagine di femminicidio di Erica Torres Domenica ha fatto una dichiarazione che potrebbe rivelarsi decisiva. Si tratta di un Giovane di 26 anni che ha informato le autorità che il motocicletta di Juan Cáceres, alias “Misionero”, l’unico arrestato finora e il principale sospettato del crimine del bibliotecario.

Fu allora che gli agenti, accompagnati dall’ il pubblico ministero María Gabriela Rafartt Aston e il personale del Gabinetto scientificosi recarono sul posto e lì, alla presenza di un testimone, entrarono nella casa dove trovarono un coltello, che è stato rapito per portare avanti le indagini. Secondo gli investigatori, questo sarebbe stato l’elemento con cui Cáceres avrebbe pugnalato la vittima.

Sabato 25, le autorità hanno arrestato Cáceres mentre guidava un Camion F-100 nel Via 9 de Julio a Las Breñas e il veicolo corrispondeva a quello che appare sulle telecamere di sicurezza nella zona in cui è stato trovato Torres, 45 anni.

Fonti vicine alle indagini hanno riferito che il sospettato ha avuto un crollo durante l’interrogatorio condotto dal pubblico ministero Rafartt Aston e ha confessato sia il delitto che il tentato abuso sessuale. Ora le autorità stanno procedendo alla ricerca dell’arma del delitto.

Juan Cáceres ha ammesso la responsabilità del crimine

Vale la pena ricordare che Torres, bibliotecario, È stata brutalmente assassinata nel Chaco sabato scorso ed è stato trovato su una strada di campagna con molteplici coltellate ed è morto poco dopo. L’unico detenuto ha ammesso di averla uccisa dopo un tentato abuso sessuale.

Il caso ha scioccato la comunità di Charatadal momento che il detenuto, 41 anni, era stato rilasciato nel 2020 dopo aver scontato una pena per abusi sessuali.

Cáceres, impiegato in un fruttivendolo di Las Breñas, è stato collegato al caso quando si è scoperto che Torres era salito sul suo camion venerdì 24 maggio, verso le 7 del mattino, poiché, come ogni giorno, il bibliotecario usciva di casa a la direzione del suo lavoro nel Scuola n. 266 di Charata. Ha lasciato la moto presso la stazione di servizio situata all’incrocio della percorsi n. 89 e n. 6 e fece l’autostop per avvicinarsi a scuola. In quel momento il suo destino ha incrociato quello del suo assassino, che guidava il suo Ford F-100 con un solo taxi.

Secondo le telecamere di sicurezza, il veicolo di Cáceres si è fermato e Torres è salito. Verso le 9 del mattino, un camionista che stava percorrendo una strada rurale chiamata “Los Pinos”, ha trovato la vittima e ha notato che aveva diverse coltellate sul corpo, quindi ha avvisato le autorità. Tuttavia non si poteva fare molto per salvare lei e la donna È morta poche ore dopo essere stata ricoverata nell’ospedale della zona.

Dal momento in cui è salita sul veicolo fino a quando è stata trovata dal camionista, c’è stato un periodo di tempo per dipanarsi. Alla fine, l’assassino ha ammesso la sua colpevolezza dopo essere stato arrestato sabato 25 maggio. L’uomo circolava attraverso il Via 9 de Julio, nella città di Las Breñas, quando il Polizia del Chaco lo arrestò.

Dopo diverse ore di detenzione, ha confessato il delitto, motivato da un frustrato tentativo di abuso sessuale sfociato in un’aggressione con almeno 20 coltellate.

Il criminale Aveva precedenti penali per abusi sessualicon pena scontata nel 2020.

Il camion è stato sequestrato dal tribunale e gli investigatori hanno confermato che Torres chiedeva aiuto alle diverse auto che transitavano nella zona per recarsi al lavoro.

Il caso ha avuto un impatto Governatore del Chaco, Leandro Zdero, che ha promesso risorse per risolvere il crimine e ha chiesto giustizia per Érica Torres. “Ogni morte è un dolore immenso per tutti gli abitanti del Chaco”, ha espresso sul social network X, impegnandosi ad agire con rigore e professionalità per identificare il responsabile del crimine.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un consulente ha fornito le sue previsioni sulla semina del mais dopo la cicalina
NEXT Recensione di “Testo per sonnambuli”, di Julio César Sánchez, di Alberto Hernández