Con Javier Milei in tournée, i Posse hanno un’agenda molto attiva, anche se la sua partenza ha già una data

Con Javier Milei in tournée, i Posse hanno un’agenda molto attiva, anche se la sua partenza ha già una data
Con Javier Milei in tournée, i Posse hanno un’agenda molto attiva, anche se la sua partenza ha già una data

La Presidenza ha confermato che, dato il soggiorno di Milei e di sua sorella Karina negli Stati Uniti durante questa settimana, dove cercheranno di incontrare gli imprenditori della tecnologia, Posse guiderà la consueta riunione del gabinetto questo martedì dei ministri nella Casa Rosada, nonostante ciò diverse settimane fa che non scambia dialoghi né saluta Milei.

Questo lunedì Posse ha programmato di condividere il consueto pranzo a Casa Rosada con Luis Caputo, mentre giovedì condurrà la cerimonia di ricevimento della portaerei nucleare nordamericana USS George Washington a Mar del Plata, vicino alla costa.

Alla Casa Rosada si cerca di sdrammatizzare la crisi con il capo di gabinetto, interrogato nella cerchia ristretta di Milei non solo per il basso profilo e i ritardi nella nomina di funzionari in settori chiave, ma anche per la gestione nell’AFI . Per questo motivo stanno preparando una nuova foto dopo la loro partecipazione al tedeum e all’evento presso il Municipio di Córdoba il 25 maggio.

Questa volta, Posse risulterà attivo insieme ai ministri della Difesa, Luis Petrie probabilmente il suo partner per la sicurezza, Patrizia Bullrich. Quest’ultimo, insieme al Ministro dell’Interno, Guillermo Francos, Sono due dei più menzionati per succedere a Posse come capo di stato maggiore. Per questa seconda fase della gestione, come confermato lunedì dal portavoce Manuele Adorni, Prevedono a profonda riforma e aggiustamento dello Stato, con migliaia di licenziamenti di dipendenti statali e privatizzazioni di aziende pubbliche.

Un altro nome che continuò ad essere sentito come possibile sostituto di Posse, a causa del suo grado di vicinanza a Karina Milei, fu quello di Eduardo “Lule” Menem, Sottosegretario alla Gestione Istituzionale della Segreteria Generale della Presidenza e fratello del presidente della Camera dei Deputati, Martín Menem.

Javier Milei e il suo gabinetto il 25 maggio camminano da Casa Rosada alla Cattedrale per partecipare al Tedeum. Nicolás Posse, coperto dietro Guillermo Francos, è stato uno dei gesti più sorprendenti. Foto Presidenza..jpg

Javier Milei e il suo gabinetto, durante la celebrazione del 25 maggio (Foto: Presidenza).

“Questa settimana non succederà nulla perché Milei non c’è, ma l’altra settimana forse lo cambieranno, quando tornerà dal tour,” ha detto una fonte governativa di alto livello consultata da A24.comche ha relativizzato anche il vuoto di potere generato da Milei annunciando con tanto anticipo la valutazione di possibili cambiamenti di ministri.

Le speculazioni fino ad oggi puntavano alla promozione, come premio, di Guillermo Francos. Ma negli uffici di Balcarce 50 non si esclude che, alla fine, al momento di prendere la decisione, Milei sceglie “un uomo coperto” per sostituire Posse, che tutti già considerano espulso dal Capo di Stato Maggiore, e lo ammettono La sua partenza sarebbe già decisa ed è solo questione di tempo.

Il ministro dell’Interno, Guillermo Francos, sugli spalti del recinto dei Deputati accompagnato dal vice capo di stato maggiore, Rolandi e dal consigliere presidenziale Lule Menem. Foto Deputati.jpg

Guillermo Francos è uno dei nomi di cui si parla per sostituire Posse (Foto: file).

Milei conferma Caputo in Economia e definisce l’approfondimento dell’aggiustamento nello Stato

ordinò Javier Milei va a ratificare il Ministro dell’Economia, Luis Caputo, in mezzo alle notizie sui cambiamenti nel gabinetto dei ministri, e distruggere le speculazioni su un eventuale cambio del ministro grazie alla promozione del consigliere Federico Sturzenegger, che spera anche di assumere una posizione elevata nella fase successiva. Allo stesso modo, nella conferenza stampa di questo lunedì, il portavoce presidenziale, Manuel Adorni, ha espresso il suo sostegno a Caputo alla guida del Palazzo del Tesoro, proprio mentre si assiste ad una nuova escalation del parallelo dollaro e del rischio paese.

luis-caputo.webp

Il ministro dell’Economia, Luis Caputo (Foto: dossier).

“Voglio sottolineare che è stata la prima volta nella storia che un ministro dell’Economia ha ricevuto un’ovazione di tale portata e in uno scenario di restrizioni di bilancio. In un paese così vilipeso dal populismo, è una boccata d’aria fresca sapere che, nonostante l’adeguamento, il popolo segue la rotta e fa parte del nuovo ordine che il presidente Javier Milei ha instaurato”, ha detto Adorni, che ha poi confermato: “Sicuramente ci saranno più licenziamenti nello Stato“.

“In effetti, abbiamo detto che ci sarebbe stata una seconda revisione che sarebbe entrata in vigore e che sarebbe stata elaborata il 30 giugno”, ha aggiunto.

Il portavoce di Milei ha confermato la decisione del Presidente di proseguire”ogni 3 mesi eseguire nuove fasi di pulizia dell’impianto demaniale, in modo che ciascuna delle aree dello Stato venga rivista con la dotazione assegnata.”.

Il portavoce, che per ora sarebbe stato escluso come futuro capo di stato maggiore, se dovesse avvenire la partenza di Posse, ha ribadito che “anche la valutazione dei ministri è permanente e avviene dal 10 dicembre. Sono diversi quelli che hanno lasciato e i nuovi cambiamenti possono avvenire oggi, tra 3 mesi o mai più.” A questo proposito, ha chiarito che ogni cambiamento “dipenderà dal buon funzionamento o dal fatto che ciascun funzionario rispetti o meno ciò che il Presidente chiede per continuare a portare avanti le riforme”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Mourières, nella Casa dell’Immagine
NEXT L’equipaggio della motovedetta ARA “Bouchard” ha reso omaggio al sottomarino ARA “San Juan”