I dati sconosciuti della ricerca di una donna a Tabio che ha permesso la cattura di un temuto serial killer

I dati sconosciuti della ricerca di una donna a Tabio che ha permesso la cattura di un temuto serial killer
I dati sconosciuti della ricerca di una donna a Tabio che ha permesso la cattura di un temuto serial killer

Gli abitanti di Tabio, comune di circa 26.000 abitanti che dista circa 45 minuti da Bogotá, Sono scioccati dall’omicidio di Cecilia Santana, una donna di 58 anni che, secondo la sua famiglia, conduceva una vita tranquilla e senza conflitti con nessuno dei suoi vicini.

(Leggi anche: Temuto femminicidio seriale caduto a Cundinamarca: nella sua fedina penale sono delineati almeno otto delitti).

“È il primo femminicidio conosciuto qui a Tabio. Il giorno in cui siamo arrivati ​​con il corpo hanno fatto una veglia nel parco principale ringraziandola per quello che aveva fatto”, ha detto a EL TIEMPO Diego Martínez, figlio della donna deceduta.

Dopo non si seppe più nulla. Si è avviata verso il comune e sembra che tra le 8 e le 9 del mattino sia stato commesso il delitto.

​Cecilia, che lavorava in un negozio di alimenti naturali nell’area urbana del comune, è stata denunciata come scomparsa il 19 maggio. Il suo parente ha detto che il giorno prima era stato a casa di sua sorella.

“Mia zia abita su un marciapiede qui nel comune, quindi mia madre è partita verso le due del pomeriggio, è arrivata da mia zia alle quattro e siccome era in ritardo per tornare, ha deciso di restare lì”, ha detto Diego.

Il giorno dopo, quando mancavano 10 minuti alle 8, Cecilia uscì per prendere l’autobus per tornare a casa. Lì, vicino alla scuola La Loma, è dove è stata catturata l’ultima volta dalle telecamere di sicurezza.

Cecilia Santana.

Foto:Fascicolo privato

“Dopo di ciò non si è saputo più nulla. Lei si è avviata verso il comune e sembra che tra le 8 e le 9 del mattino sia stato commesso il delitto”, ha aggiunto il figlio.

Ha detto che alcuni residenti di Tabio l’hanno vista camminare e l’hanno salutata. Non hanno notato nulla di diverso, ad eccezione di due strani individui che non si conoscevano nella comunità, che si caratterizza per essere molto vicina.

La ricerca

Non appena è stata denunciata la sua scomparsa, i vigili del fuoco di Cundinamarca, insieme alla famiglia della donna, hanno percorso il percorso tra la scuola La Loma e il comune, alla ricerca di indizi su cosa potesse essere successo a Cecilia.

Cerca Cecilia Santana.

Foto:Vigili del fuoco di Cundinamarca

“Aveva un bastone in mano e abbiamo visto quel bastone vicino al luogo dove hanno trovato il corpo, sulla strada. La notte prima della scoperta siamo andati al pascolo e abbiamo visto gocce di sangue su alcune foglie e nell’erba.“, aggiunse Diego.

Seguendo questi indizi hanno allertato nuovamente la Polizia, i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile, che hanno preso un drone e hanno ispezionato la zona. Anche se di notte non trovarono nulla, la mattina dopo portarono cani da salvataggio, che localizzò il corpo, il 21 maggio, sulle rive del fiume Frío.

“È stato come un miracolo ritrovare il corpo perché era nascosto. C’era una laguna e in quella laguna c’era un cespuglio. Lo misero nel cespuglio e lo coprirono completamente. Quando i cani si allertarono, i vigili del fuoco cominciarono a scavare, tagliarono un po’ quel cespuglio e fu allora che la trovarono”, disse il figlio di Cecilia.

Dopo la scoperta, le autorità hanno offerto una ricompensa di 10 milioni di pesos a chiunque avesse fornito informazioni sul responsabile del femminicidio.

La caduta di un serial killer

​Diego ha aggiunto che le persone che conoscevano Cecilia non avevano capito cosa fosse successo, come ha assicurato Sua madre era una donna tranquilla, che non aveva conflitti con nessuno. “Era amica di tutti, aiutava tante persone, è molto anomalo che le sia successo”.

Lo hanno trovato su un marciapiede nel Río Frío Occidental, voleva scappare

La tua ricerca ha portato alla cattura di Carlos Andrés Rivera Ruíz, un presunto serial killer di 42 anni che in passato avrebbe commesso otto reati di questo tipo.

Gli viene attribuito un altro incidente avvenuto nello stesso dipartimento il 28 agosto 2023 a Fusagasugá. In precedenza avrebbe commesso altri delitti nel dipartimento di Antioquia, nei municipi di Bello, Copacabana e Ciudad Bolívar.

Secondo l’Ufficio del Procuratore Generale, eIl criminale ha identificato le sue vittime nelle zone rurali e le ha intimidite con i coltelli. Successivamente li ha torturati, ha abusato sessualmente di loro e li ha morti asfissiati.

In diversi casi, infatti, riuscì ad amputare loro un orecchio per lasciare traccia del loro crimine.

Il criminale avrebbe utilizzato documenti falsi nel tentativo di fuga.

Foto:Ufficio del Procuratore Generale

Le autorità sottolineano che dopo aver commesso i crimini ad Antioquia, il temuto criminale si nascondeva nelle fattorie della zona rurale di Cundinamarca per sfuggire alle autorità.

Si teme inoltre che per fuggire abbia utilizzato documenti falsi. “Lo hanno trovato su un marciapiede nel Río Frío Occidental”– aggiunse il figlio di Cecilia.

Rivera Ruíz è stata accusata di femminicidio, violenza sessuale violenta e rapina aggravata, tutti aggravati. L’imputato non ha accettato la propria responsabilità per gli eventi imputati. L’uomo deve rispettare una misura di sicurezza in un centro penitenziario.

La Procura ha riferito che nelle prossime ore sarà accusato di altri crimini che avrebbe commesso ad Antioquia e Cundinamarca.

“Vogliamo che il processo legale sia rapido e non porti alcun tipo di vantaggio”, ha concluso Diego.

MERCATO LAURA VALENTINA
EDITORIALE DI BOGOTÀ

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’attuale produzione di rifiuti domestici in Cile ridurrà la vita utile delle discariche di 12 anni
NEXT Aquabyte incorpora il Senior Sales Manager per le sue operazioni in Cile