19 femminicidi confermati a Cuba nel 2024

19 femminicidi confermati a Cuba nel 2024
19 femminicidi confermati a Cuba nel 2024

Lui omicidio di María Emilia Savigne Borjas38 anni, madre di tre figli e residente a Santiago de Cuba, per mano dell’ex compagno, aumentato il numero dei femminicidi a 19 confermato a Cuba finora nel 2024.

Piattaforme femministe indipendenti hanno verificato l’evento, avvenuto sulle strade pubbliche la mattina del 23 maggio, e inizialmente riportato dal comunicatore Yosmany Mayeta sui social network.

Cattura di Facebook/YoYesTeCreo a Cuba

Gli osservatori di genere Yo SíTeCreo a Cuba e Alas Tensas si sono rammaricati del crimine e hanno espresso le loro condoglianze ai tre bambini che Savigne ha lasciato, così come ad altri familiari e amici.

La vittima è stata accoltellata dalla sua ex compagna Yoel Menendez RiveraMayeta, mentre aspettava il trasporto dal suo posto di lavoro, accompagnata da uno dei suoi figli e dal suo attuale compagno, ha denunciato lo stesso giorno dell’accaduto.

Savigne è sopravvissuta all’attacco grazie all’intervento di diverse persone ed è stata ricoverata all’ospedale militare Joaquín Castillo Duany, dove è stata operata. Ma sfortunatamente, Morì il giorno successivo a causa della gravità delle ferite riportate..

La donna, che aveva un figlio in comune con l’aggressore, Aveva già presentato una denuncia alla polizia, apparentemente a causa di precedenti minacce ricevute da Menéndez.“ma le autorità non hanno fatto nulla al riguardo”, ha detto Mayeta.

Anche le piattaforme Yo SíTeCreo a Cuba e Alas Tensas hanno segnalato questo lunedì un nuovo caso per il quale è necessario l’accesso alle indagini della polizia.

Da gennaio ad oggi la sottoregistrazione mantenuta da OGAT e YSTCC comprende tre tentativi di femminicidio e un totale di sei casi che richiedono l’accesso alle indagini della polizia. Queste sono le morti di un’anziana a Esperanza, Villa Clara; da un altro identificato come Irma e da Teresa Moliner Bosa, entrambi all’Avana; Di Tania Reyes e Samantha (Sami) Heredia Odrens, a Santiago de Cuba, e Laura Castillo Zulueta, anche lei nella capitale cubana.

Nel 2023, a Cuba è stato segnalato il maggior numero di femminicidi in un anno (89 in totale).secondo la sottostima dei casi che queste organizzazioni portano avanti dal 2019.

Tra i due anni, gli osservatori hanno verificato 220 femminicidi nel Paese.

Nonostante l’aumento degli atti mortali di violenza contro le donne, il regime cubano non ha incluso la figura del femminicidio nel Codice Penale approvato nel maggio 2022.

Cinque cubani sono stati condannati all’ergastolo per aver ucciso donne nel 2023come hanno riferito funzionari della Corte Suprema e della Procura Generale nel programma televisivo “We Make Cuba”, condotto dal portavoce del regime Humberto López.

L’anno precedente, il sistema giudiziario cubano aveva condannato anche altri due femminicidi a 40 anni di prigione e più del 70% degli imputati a pene tra i 25 e i 30 anni di prigione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Comune ha inaugurato il secondo campo in erba sintetica a Cochrane
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo