Violenta protesta per l’omicidio di un fattorino: i manifestanti hanno dato fuoco a un’auto della pattuglia e a cinque auto

Gli incidenti sono avvenuti davanti alla stazione di polizia dove si è svolta la mobilitazione. Il delitto è avvenuto questa domenica e finora non ci sono arresti.

Hanno dato fuoco a un’auto di pattuglia nel bel mezzo della protesta per il reato di un fattorino di aver rubato la sua moto. (Foto: cattura TN)

Nel mezzo della protesta il reato di consegna nella partita del Tres de Febrero, compagni della vittima Hanno dato fuoco ad un’auto della pattuglia davanti alla stazione di polizia. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme che hanno raggiunto anche altre cinque auto.

“Qual è la risposta che hanno avuto?”, ha detto uno dei manifestanti faccia a faccia con uno degli agenti di polizia presenti sulla scena. “Veniamo a lavorare, tu permetti che ciò accada. Prendere controllo“, continuava nel teso incrocio che le telecamere hanno ripreso TN.

Leggi anche: Così è oggi Máximo Thomsen, quattro anni dopo il delitto di Fernando Báez Sosa

L’incendio è iniziato nell’auto della polizia, si è diffuso a un’auto dietro di essa e ha dato inizio a una serie di eventi simili Ha raggiunto il quinto. Quelli presenti erano veicoli sequestrati durante le procedure di polizia.

Uno dei manifestanti ha incrociato uno degli agenti di polizia presenti sul posto. (Foto: cattura TN)

La polizia, da parte sua, è stato preso in custodia a uno dei manifestanti che ha causato disordini davanti alla porta della stazione di polizia.

Il delitto di consegna a Tres de Febrero

La consegna è stata intercettata da due motochorros che hanno tentato di rubargli la moto mentre stava effettuando una consegna: lui ha opposto resistenza e i ladri Gli hanno sparato. Cadde ferito a terra e È morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

Il drammatico episodio è avvenuto domenica notte all’incrocio tra le vie Claudio Castro e Campo de Mayo, nella località di Villa Bosch, quartiere Tres de Febrero, a Buenos Aires.

Leggi anche: Ex capo della sicurezza e leader di Los Andes: chi è “Manguera”, il bar sparato con otto agenti di polizia

Secondo quanto riportato dai media locali, Manuel López Ledesma, 30 anni, ha cominciato a scontrarsi con gli assalitori perché volevano impossessarsi della sua moto Honda Cg 150 e di fronte alla resistenza Gli hanno sparato tre volte.

Successivamente i ladri sono fuggiti dalla scena e il giovane è rimasto disteso sul viale. Immediatamente, i vicini lo hanno soccorso ed allertato la Polizia che si è immediatamente spostata nella zona.

L’attacco è avvenuto all’incrocio tra Campo de Mayo e Claudio Castro, a Tres de Febrero. (Foto: Google Street View)

L’autista della consegna è stato portato all’ospedale privato Nuestra Señora de la Merced, a Martín Coronado, a pochi isolati dal luogo dell’aggressione, ma purtroppo è morto pochi minuti dopo.

“È arrivato colpito e in clinica gli hanno detto che senza l’assistenza sociale non potevano curarlo”, ha lamentato il padre del giovane dialogando con Notizie di mezzogiorno (eltrece). “Vogliamo giustizia. “Questi sono i ragazzi che sono insicuri, che non hanno un posto dove lavorare”.aggiunse con angoscia.

“È la provincia che non funziona perché lasciano le zone liberate”, disse la madre del fattorino. La polizia ha svolto compiti investigativi e da allora gli aggressori vengono perquisiti intensamente Non ci sono persone detenute.

Nel caso interviene la Stazione di Polizia Tres de Febrero 5, sotto la direzione del procuratore distrettuale Eufrasio Álvarez, dell’Unità di Istruzione Funzionale in servizio presso il Dipartimento Giudiziario di San Martín.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Sarà un onore per il presidente firmare il Patto del 9 luglio a Tucumán”
NEXT La Rosada esercita maggiori pressioni sui Deputati affinché reincorporino i Profitti e tre privatizzazioni chiave nella Legge delle Basi