Radio L’Avana Cuba | Il deputato peruviano addita gli Stati Uniti come i veri promotori del terrorismo

Radio L’Avana Cuba | Il deputato peruviano addita gli Stati Uniti come i veri promotori del terrorismo
Radio L’Avana Cuba | Il deputato peruviano addita gli Stati Uniti come i veri promotori del terrorismo

“L’immagine che i democratici e gli internazionalisti hanno di Cuba è quella di un paese solidale che promuove la pace”.

Lima, 27 maggio (RHC) La deputata peruviana Silvana Robles ha condannato questo lunedì l’esistenza di una lista di paesi che presumibilmente sponsorizzano il terrorismo, preparata dagli Stati Uniti, il cui governo, ha notato, sponsorizza questa pratica criminale.

Lo ha affermato la presidentessa della Lega Parlamentare di Amicizia Perù-Cuba in un’intervista a Prensa Latina, nella quale ha respinto l’inclusione della nazione caraibica in tale lista, cosa che aggrava il blocco economico, commerciale e finanziario, ha affermato.

“In linea di principio, è condannabile l’esistenza di questa lista, concepita dallo Stato che in nome della democrazia promuove pratiche terroristiche in tutti i paesi che hanno avuto il coraggio di esercitare la propria sovranità e di darsi forme di governo contrarie al dominio del paese. impero”, ha detto a questa agenzia di stampa.

Ha aggiunto che l’esempio emblematico di questa infamia è il rovesciamento del presidente cileno, Salvador Allende, immolato quando fu rovesciato da un sanguinoso colpo di stato militare promosso da Washington.

Il legislatore ha aggiunto che, contrariamente a quanto sostengono gli Stati Uniti, “l’immagine che i democratici e gli internazionalisti hanno di Cuba è quella di un paese solidale che promuove la pace”, come è avvenuto nel caso della Colombia.

Robles ha descritto con confusione il recente annuncio del ritiro di Cuba dalla lista dei paesi che non collaborano pienamente nella lotta contro il terrorismo e ha chiesto che questa nazione venga cancellata dalla lista unilaterale dei presunti stati sponsor di questa pratica.

Ha ritenuto scandaloso puntare il dito contro l’Isola in questo modo e ha affermato che “gli Stati Uniti non hanno l’autorità per accusare nessuno di pratiche interventiste e terroristiche” che fanno parte del loro arsenale interventista.

Ha commentato anche l’affermazione del capo del Comando Sud delle Forze Armate Nordamericane, Laura Richardson, secondo cui in America Latina “ci sono nemici della democrazia”.

“Hai ragione, questi nemici sono il tuo governo e i gruppi ultraconservatori e fascisti che gli Stati Uniti sponsorizzano nei nostri paesi”, ha affermato a questo proposito il parlamentare.

Ha sottolineato che Cuba è ed è sempre stata solidale e che gli Stati Uniti la mantengono nella loro famigerata lista, anche come parte della loro politica “di persecuzione e discredito contro la Rivoluzione cubana” e per isolare il suo governo dal suo popolo.

Ha ritenuto inoltre che l’odiosa campagna di propaganda anticubana degli Stati Uniti sia priva di credibilità perché il mondo, e in particolare il Perù, “è testimone della solidarietà cubana, perché non c’è popolo sulla terra, nemmeno nel Primo Mondo, che non abbia ha ricevuto l’attenzione delle brigate mediche cubane”. (Fonte:PL)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo