Leader di 20 paesi analizzano il turismo sostenibile e rigenerativo

Leader di 20 paesi analizzano il turismo sostenibile e rigenerativo
Leader di 20 paesi analizzano il turismo sostenibile e rigenerativo

Tutte le opinioni, esperienze e conoscenze contribuiranno alle strategie che aiutano a posizionare Santa Marta come la destinazione con i maggiori riferimenti nel turismo sostenibile a livello nazionale e internazionale.

DI
EDGARDO
GUERRA DI TATIS

Santa Marta è oggi l’epicentro della presenza di leader, esperti e rappresentanti di 20 paesi che partecipano al primo Summit Latinoamericano e Caraibico del GSTC dove si analizzerà il turismo sostenibile e rigenerativo.

Da oggi fino a mercoledì 29 maggio, il centro congressi dell’hotel Irotama Resort accoglie, a partire dalle ore 7:00, l’ambasciatore svizzero in Colombia, Eric Mayoraz, la direttrice dell’Ufficio per lo sviluppo economico e gli ecosistemi sani di USAID Colombia, Jessica Rosen; al Ministro del Commercio, dell’Industria e del Turismo della Colombia, Germán Umaña, tra altre personalità.

Alle ore 8,45 è previsto l’apertura del Vertice con il saluto del sindaco di Santa Marta, Carlos Pinedo Cuello, accompagnato da alcuni suoi funzionari, seguito dal Vice Ministro del Turismo, Arturo Bravo, che farà la presentazione dell’agenda accademica, del contesto e degli obiettivi del Summit.

Come da programma, alle 10:30 si terrà la Conversazione “Turismo sostenibile e rigenerativo: realtà, tendenze ed esperienze” con la partecipazione di Camila Zedendahl, svizzera, CEO della Royal Djungarden Society insieme al professore e project manager del turismo presso l’Università di Lucerna, Fabián Weber e il vice ministro del Turismo della Colombia, Arturo Bravo. Il moderatore è Julián Guerrero, direttore dell’USAID Nature Destination Program. Alle 11:30 la direttrice nazionale di Swisscontact, Mary Amalia Vásquez, condividerà le sue opinioni sulla governance territoriale.

Nel pomeriggio è previsto il primo workshop “Conservazione, cambiamenti climatici e turismo” focalizzato sulla Colombia con tavoli di lavoro nella sala Lagos sotto il coordinamento tecnico di Fabio Arjona, direttore esecutivo di Conservation International Colombia e Ricardo Lozano, direttore di People & Earth Institute ed ex Ministro dell’Ambiente della Colombia.

Infine, la prima giornata si chiude con uno spazio in spiaggia e la presentazione di “Colombia, il paese della bellezza” a cura del Vice Ministero del Turismo e di ProColombia, seguita da José Manuel Sauna della comunità indigena Kogui che accoglierà il pubblico nazionale e internazionale. delegazioni.

Il Ministro del Commercio, dell’Industria e del Turismo, Germán Umaña, ha celebrato che “Santa Marta è stata scelta come sede del primo incontro che il Consiglio Globale del Turismo Sostenibile decide di tenere in America Latina. Ciò significa che la Colombia, il paese della bellezza, guida iniziative di turismo sostenibile nella regione, essendo uno dei pochi paesi che attua una politica pubblica in materia e dimostra che è possibile fare del turismo un’alternativa alla transizione economica la protezione della natura”.

Il Ministero del Commercio, dell’Industria e del Turismo investirà circa 650 milioni di dollari attraverso Fontur e cercherà inoltre, attraverso esperienze condivise, di rafforzare l’attuazione della politica del turismo sostenibile del paese con azioni come lo sviluppo di un piano d’azione per il clima nel turismo e il firma della dichiarazione di Glasgow, che propone che il settore riduca della metà le emissioni entro il 2030 e raggiunga lo zero netto il prima possibile e prima del 2050.

Vale la pena notare che il Global Sustainable Tourism Council (GSTC) è l’entità responsabile della gestione degli standard di sostenibilità globali e che, a loro volta, agiscono come organismi di accreditamento globale. Oltre alle organizzazioni sopra menzionate, ci sarà il sostegno dell’USAID Nature Destination Program; il programma Colombia più competitivo, una collaborazione congiunta tra l’ambasciata svizzera in Colombia, Swisscontact e l’ufficio del sindaco del distretto di Santa Marta che farà parte di questa importante agenda accademica che mette questa capitale sul radar del mondo.

All’iniziativa aderiscono il settore alberghiero e del turismo, nonché leader che condivideranno opinioni, esperienze e conoscenze per la creazione di strategie che aiutino a posizionare Santa Marta come la destinazione con maggiori riferimenti nel turismo sostenibile a livello nazionale e internazionale.

id: 73

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Garnero e il dubbio in Paraguay per bloccare Luis Díaz
NEXT Università di Cienfuegos per lo sviluppo locale sostenibile