I sistemi sanitari delle Grandi Antille sono allertati per la presenza del virus Oropouche a Cuba – Radio Rebelde

I sistemi sanitari delle Grandi Antille sono allertati per la presenza del virus Oropouche a Cuba – Radio Rebelde
I sistemi sanitari delle Grandi Antille sono allertati per la presenza del virus Oropouche a Cuba – Radio Rebelde

Facebook
Twitter
WhatsApp

Conferma della presenza del virus Oropouche in due Aree sanitarie dei municipi di Santiago de Cuba (Ernesto Guevara) e Songo La Maya (Carlos J. Finlay), sulla base di campioni studiati nel laboratorio nazionale di riferimento dell’Istituto Pedro Kourí Tropical Medicina (IPK), attivare i sistemi sanitari nelle Grandi Antille.

Il Dott. Francisco Durán, Direttore Nazionale di Epidemiologia del Ministero di Sanità Pubblica (Minsap), ha spiegato che attraverso le azioni di monitoraggio e sorveglianza delle sindromi febbrili aspecifiche nella provincia di Santiago di Cuba, sono stati identificati questi casi, dove tutti si sono evoluti da favorevolmente, con miglioramento dei sintomi tra il terzo e il quarto giorno dall’esordio della malattia.

Nelle dichiarazioni alla stampa, ha spiegato che il quadro clinico che si manifesta come conseguenza della malattia è lieve, preceduto da un periodo di incubazione di 5-7 giorni, caratterizzato da febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, talvolta vomito e sono segnalati anche casi di diarrea. “Non sono stati segnalati casi gravi o critici o decessi associati al virus.”

Non esiste un trattamento specifico, solo misure generali per alleviare i sintomi, ha detto, insistendo sull’importanza di rivolgersi sempre al medico in scenari come quelli descritti.

Secondo una nota pubblicata dal Minsap, l’Organizzazione Panamericana della Sanità (OPS) ha diffuso un aggiornamento epidemiologico sulla presenza nella Regione delle Americhe della febbre Oropouche, un virus trasmesso da vettori del genere Culicidae (zanzare) e Culicoides ( moscerini), evidenziando la trasmissione abituale degli stessi nelle comunità rurali e urbane di Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana francese, Panama, Perù e Trinidad e Tobago. Quest’anno la malattia è stata segnalata finora nello Stato plurinazionale di Bolivia, Brasile, Colombia e Perù.

“A Cuba, dopo la conferma della presenza del virus Oropouche, si stanno sviluppando azioni entomo-epidemiologiche per tagliare la catena di trasmissione e ottenere il controllo della malattia nel più breve tempo possibile”, ha sottolineato.

Quando si descrivono in dettaglio le caratteristiche del virus, significa che produce una condizione caratterizzata fondamentalmente da febbre, dolori muscolari e alcuni altri sintomi articolari e talvolta sono stati segnalati vomito e diarrea.

“Tutti i casi che sono stati rilevati qui sono stati trattati rapidamente, quelli che hanno richiesto il ricovero sono stati ammessi e quindi sono stati studiati.”

Il Direttore nazionale dell’epidemiologia ha infine insistito sulla necessità di rivolgersi al medico se uno qualsiasi di questi sintomi mantiene in allerta i sistemi sanitari della più grande delle Antille.

Ascolta e scarica:

Facebook
Twitter
WhatsApp

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La raccolta dei 331 milioni in Europa. Un manto di dubbio sul governo di Nariño.
NEXT Il governo argentino ritiene che Vito Quiles “è stato maltrattato”