Ora il carico può essere accreditato a bordo a Paraná e Concordia

Ora il carico può essere accreditato a bordo a Paraná e Concordia
Ora il carico può essere accreditato a bordo a Paraná e Concordia

Il Governo Nazionale ha promosso l’implementazione del sistema di Caricamento a Bordo della Carta SUBE su tutto il territorio nazionale e, a partire da lunedì, il sistema sarà disponibile in 28 nuove località. Inoltre, lo Stato Nazionale manterrà l’assistenza economica alle province per sovvenzionare il 55% del biglietto ai settori più vulnerabili.

Il Ministero dei Trasporti ha annunciato una nuova modalità di accredito del caricamento della carta Sube che sarà disponibile nelle città di Paraná e Concordia. Il provvedimento velocizza il processo e riduce i tempi per l’accredito del saldo.

La Carico a Bordo è un’alternativa che facilita e migliora l’esperienza degli utenti Sube perché permette di accreditare alle validatrici degli autobus le ricariche acquistate elettronicamente sulla tessera SUBE, senza doversi recare ad un Terminale Automatico dopo aver caricato la tessera tramite supporti digitali quali come la nuova app SUBE, homebanking, bancomat e portafogli virtuali.

Biglietto dell’autobus Paraná uploads.jpg

Foto: ONU/Juan Ignacio Pereira

Quando sale sull’autobus, l’utente deve comunicare all’autista che deve effettuare l’accredito e avvicinare la propria carta alla validatrice, dove effettuerà il pagamento del viaggio. Dopo che la macchinetta avrà segnalato l’avvenuto addebito, l’utente potrà pagare il biglietto secondo le consuete modalità, avvicinando nuovamente la tessera alla validatrice.

In tutto il paese

Inoltre, resterà in vigore in tutto il Paese la Tariffa Sociale Federale, che consente uno sconto del 55% sul valore del biglietto del trasporto pubblico a gruppi sociali come pensionati, pensionati, lavoratori domestici, studenti del programma Progresar, tra gli altri.

LEGGI TUTTO: Carta SUBE: da giugno ci sarà una nuova applicazione da caricare

Grazie al lavoro congiunto tra il Ministero dei Trasporti della Nazione e Nación Servicios, il sistema sarà disponibile nelle seguenti località: a Entre Ríos: Concordia e Paraná; a Buenos Aires: Bahía Blanca, Balcarce, Chivilcoy, Junín, Necochea, Olavarría, Villa Gesell, Pinamar, Partido de la Costa e General Pueyrredón; nel Chaco: Resistencia e dintorni; a Jujuy: Palpalá e San Salvador de Jujuy; a Neuquén: Plottier e San Martín de los Andes; nel Río Negro: Cipolletti, General Roca, Bariloche e Viedma; a Santa Fe: Santa Fe e dintorni, Rafaela e Venado Tuerto; a Mendoza: San Rafael e dintorni, Città di Mendoza e dintorni; a Santiago del Estero: La Banda; a Santa Cruz: Río Gallegos.

Inoltre, questa funzione è ora disponibile sugli autobus dell’Area Metropolitana di Buenos Aires (Amba), Esquel, Puerto Madryn, Comodoro Rivadavia, Concepción del Uruguay, Tornquist, Azul, Reconquista, Neuquén, Rosario, Tandil, Rawson, Trelew , Villa María, Río Cuarto e le linee provinciali di Catamarca, San Juan e Chubut.

È importante notare che presto, in una seconda fase, sarà abilitato anche in altre città del resto del Paese che dispongono del Sistema di Biglietto Unico Elettronico.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Si cercano quattro persone travolte dall’alluvione
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo