Petro è sull’orlo di un colpo di stato; È tempo di elettorali e di rielezione: Saade

Petro è sull’orlo di un colpo di stato; È tempo di elettorali e di rielezione: Saade
Petro è sull’orlo di un colpo di stato; È tempo di elettorali e di rielezione: Saade

Una tempesta di polvere politica ha sollevato il dichiarazioni della senatrice del Patto Storico, Isabel Zuletariconoscendo di volere la rielezione dil Il presidente Gustavo Petro e che non gli piace la Costituzione del ’91.

In dialogo con Porque La W, il pastore cristiano Alfredo Saade ha assicurato di essere d’accordo con la rielezione del presidente Gustavo Petro e che è tempo di un’Assemblea Nazionale Costituente:

“Abbiamo il potere popolare, per questo abbiamo vinto le elezioni e oggi abbiamo più di 12 milioni di voti e molti altri ottenuti. lEsistono i mezzi costituzionali, esiste la costituente primaria e inoltre le eccezioni dello Stato per poter avanzareR. Queste sono le decisioni che il presidente deve valutare e deve prendere. Ecco perché lo dico Il mandato dei sindaci, dei governatori e del Presidente della Repubblica deve essere immediatamente prolungato a sei anni. poter portare avanti la questione dell’Assemblea Costituente”.

Potresti essere interessato

Saade è andato oltre e lo ha assicurato Il capo dello Stato si trova di fronte a un “colpo di stato”, quindi il “popolo” deve essere convocato:

Il paese è stato consegnato senza vincoli e dobbiamo cercare soluzioni, e tra queste c’è l’Assemblea Costituente (…) Un presidente sull’orlo del colpo di stato, minacciato di morte tutto il giorno, un Congresso della Repubblica che giace come una mucca morta in mezzo a una strada ed è per questo che ci credoÈ il momento di una costituente, di una rielezione, è il momento di prolungare il periodo per altri 2 anni ed è il momento che il popolo alle prossime elezioni prendere una decisione reale su chi deve venire al Congresso.

Cosa dice l’opposizione?

Da parte sua, il rappresentante alla Camera del Centro Democratico Andrés Forero lo ha messo in dubbio Le promesse elettorali di Gustavo Petro vengono infrante e che queste proposte vanno contro i principi democratici:

Il presidente Petro e il Patto storico hanno promesso durante la campagna che se fossero saliti al potere non avrebbero proposto di convocare un’Assemblea costituente.. Lo hanno fatto nel 2018, ricordiamo tutti il ​​candidato Petro che avrebbe firmato sulla pietra che non avrebbe convocato l’Assemblea costituente. C’era anche un altro comandamento in cui si diceva che le risorse pubbliche sarebbero state sacre e vedremo cosa succede con l’UNGRD. Nel 2022, l’attuale presidente si è arrabbiato quando gli hanno chiesto della costituente (…) di fronte agli scandali cerca di scappare con queste iniziative, ma vediamo i suoi vescovi dire che sono interessati alla rielezione. Questo è incostituzionale e vediamo che ciò che è già accaduto in Venezuela si sta replicando in Colombia”.

Il deputato dell’opposizione al governo Lui ha assicurato che l’affermazione del senatore Zuleta di voler essere rieletto presidenziale non è una proposta isolata.

“Il presidente Petro dovrebbe smentire categoricamente il senatore Zuleta e il signor Saade che vuole prolungare immediatamente il mandato presidenziale per altri due anni, il che viola qualsiasi principio democratico”, ha detto Forero.

Rielezione di Uribe sì e quella di Petro no?

Lo ha assicurato Andrés Forero non gli piacciono le proposte di rielezione per nessun governantee non è d’accordo con ciò che ha promosso il suo capo politico Álvaro Uribe.

Personalmente non sono un sostenitore dell’esercizio di rielezione. A quel tempo non so se fosse impegnato. “Non mi piacciono le rielezioni”, ha detto.

Scopri tutti i dettagli qui sotto:

Rivivi la trasmissione completa di Porque La W qui sotto:

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Una donna è morta dopo aver lottato per la propria vita per tre mesi
NEXT Questo è l’ambizioso progetto energetico che rimane a Bolívar, nel Cauca, ed è il più grande del sud-ovest