Nuovo terremoto scuote il Cile: magnitudo 4.0 a Socaire

Nuovo terremoto scuote il Cile: magnitudo 4.0 a Socaire
Nuovo terremoto scuote il Cile: magnitudo 4.0 a Socaire

Il Cile è uno dei paesi con più attività sismica e vulcanica al mondo (Infobae)

UN terremoto di magnitudo 4.0 è stato registrato in la città di Socaire Lo ha riferito questo mercoledì, 29 maggio, il Centro Sismologico Nazionale (CSN).

Secondo le prime informazioni ufficiali, l’attività sismica è iniziata alle 04:22 (ora locale), quando la terra si è spostata ad una profondità di 214,0 chilometri.

Il CNS ha indicato che la posizione esatta dell’epicentro era -24,09 gradi di latitudine e -67,347 gradi di longitudine, cioè 78,0 chilometri a sud-est della città.

Ricorda che in caso di terremoto, l’informazione segue solo da fonti ufficialievitare di cadere in voci o fake news.

Dopo un terremoto controlla la tua casa per eventuali danni, usa il cellulare solo in caso di emergenza, non saturare le linee telefoniche, non accendere fiammiferi o candele finché non sei sicuro che non ci siano perdite di gas. È importante ricordare che dopo un forte terremoto possono verificarsi scosse di assestamento, quindi è importante essere vigili.

Un terremoto può verificarsi in qualsiasi momento, quindi è importante essere preparati con le seguenti misure: preparare un piano di protezione civile, organizzare esercitazioni di evacuazione, trovare zone di sicurezza a casa, a scuola o sul posto di lavoro e preparare uno zaino di emergenza.

Durante un terremoto mantenere la calma e restare in un luogo sicuro, stare lontano da oggetti che potrebbero cadere, non utilizzare ascensori, non sostare nelle scale o nello stipite di una porta.

Se siete in macchina, parcheggiate e posizionatevi lontano da edifici, alberi e pali; Se vi trovate sulla costa, lasciate la spiaggia e rifugiatevi in ​​zone alte, data la possibilità di uno tsunami; E se sei su una sedia a rotelle e non puoi spostarti in un luogo sicuro, frena le ruote e proteggi testa e collo con le braccia.

Le raccomandazioni del Servizio Simologico Nazionale del Messico (Jovani Pérez/Infobae)

Dal 1570, Si sono verificati circa un centinaio di terremoti di grande forza in Cile, di cui quasi trenta di magnitudo superiore a 8.

Secondo il Dipartimento per la gestione delle emergenze e dei rischi di catastrofi, in media ogni 10 anni si verifica un terremoto di magnitudo superiore a 8. Si tratta di alcune delle scosse più forti registrate nella storia del Cile.

Il terremoto più forte della storia

Nel pomeriggio del 22 maggio 1960 si verificò il più grande terremoto mai registrato, di magnitudo 9,5, con epicentro la città di Traiguén, nella provincia di Malleco. Tuttavia, è noto come “Terremoto di Valdivia” perché era lì che c’erano i danni maggiori.

L’attività sismica ha provocato anche uno tsunami con onde alte fino a 10 metri che ha devastato gran parte del sud del Paese. Lo tsunami si è fatto sentire oltre il Cile, raggiungendo l’Asia, in Giappone, ad esempio, dove è stato colpito da onde alte sei metri, lasciando dietro di sé diversi morti e danni ingenti.

Il bilancio ufficiale delle vittime non è preciso, si sa solo che le vittime furono più di 2mila.

L’ultimo grande terremoto

L’ultimo grande terremoto che ha colpito il Cile è stato quello conosciuto come “27F” avvenuto il 27 febbraio 2010, il secondo terremoto più forte della sua storia.

Il sisma, di magnitudo 8,8, ha avuto epicentro sulle coste della regione del Maule e ha colto di sorpresa la popolazione nelle prime ore del mattino.

Come nel 1960, circa mezz’ora dopo il terremoto, uno tsunami colpì il paese, soprattutto nelle regioni del Maule e del Biobío. Al di fuori del Cile, lo tsunami ha raggiunto Perù, Ecuador, Colombia e Costa Rica, senza gravi danni.

A causa del terremoto morirono più di 500 persone e circa cinquanta furono disperse.

Il forte terremoto più recente in Cile è stato di magnitudo 8,8 (Archivio fotografico e digitale della Biblioteca nazionale del Cile)

Il terremoto più mortale

Ciò avvenne la notte del 24 gennaio 1939 il terremoto più mortale nella storia del Cile. Una scossa di magnitudo 8,3 è stata avvertita a Valparaíso e Temuco, tuttavia è stato a Concepción e Chillán che si sono concentrati i maggiori danni.

Questa attività sismica fu conosciuta come terremoto di Chillán perché fu proprio lì che lasciò dietro di sé la maggior distruzione, semplicemente per dirlo più della metà dei suoi edifici caddero.

A seguito del terremoto, i servizi elettrici, telefonici e telegrafici furono interrotti, non c’erano più trasporti, la stazione ferroviaria fu lasciata sottoterra e il disastro provocò penuria di cibo e acqua.

Nel 1939 si verificò il terremoto più mortale del Cile (Archivio fotografico e digitale della Biblioteca Nazionale del Cile).

Il terremoto di Chillán del 1939 è la tragedia che ha causato il maggior numero di vittime in Cile. Il bilancio ufficiale delle vittime è stato di 24.000, ma alcuni stimano che fosse vicino a 30.000, anche se ne sono state identificate solo 5.685.

Altri terremoti

Oltre ai terremoti citati, ce ne sono stati altri importanti nella storia del Cile.

Ad esempio, sono stati registrati altri due movimenti tellurici di magnitudo superiore a 8,5, tuttavia, questi sono avvenuti più di 100 anni fa -senza contare i terremoti già menzionati-, secondo i registri del CSN.

La mattina presto dell’8 luglio 1730, a Valparaíso fu registrato un terremoto di magnitudo 8,7 che provocò circa 3.000 morti. Un altro terremoto, questa volta di magnitudo 8,8, fu segnalato ad Arica nella notte del 16 settembre 1615, che sorprendentemente non lasciò vittime.

Ci sono invece altri due terremoti che hanno fatto più di 2mila morti: la notte del 9 maggio 1877, a Iquique, si registrò un terremoto di magnitudo 8,5; e quello del mattino dell’8 febbraio 1570, che ebbe una magnitudo di 8,3.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sicario scelse la vittima sbagliata e uccise un giovane meccanico a Cúcuta
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo