Membri del 28° Fronte delle FARC catturati accusati di aver installato ordigni esplosivi a Casanare.

Ieri, 28 maggio, sono state effettuate diverse perquisizioni che hanno portato alla cattura per ordine del tribunale dei soggetti conosciuti con gli alias: “Lanza”, “Chimbilá” e “Jeison”. Questi individui sono membri del 28° Fronte “José María Córdoba” delle FARC-EP e sono accusati del reato di associazione a delinquere aggravata.

Vengono individuati come autori materiali di alcuni disordini dell’ordine pubblico nel dipartimento di Casanare. A quanto pare, sarebbero loro a lasciare ordigni esplosivi per intimidire le vittime di estorsioni in tutto il dipartimento.

Inoltre, sono accusati di traffico di droga, estorsioni, sequestri di persona e diffusione di opuscoli allusivi alle FARC nella zona nord del Dipartimento di Casanare.

“Lanza”: gli viene attribuito il merito di aver coordinato attività di estorsione e di intelligence criminale contro la Forza Pubblica.

“Jeison”: è accusato di svolgere attività di intelligence criminale contro la Forza Pubblica e di diffusione di volantini di citazione.

Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati 3 cellulari e una motocicletta. I catturati venivano presentati davanti ai rispettivi giudici di controllo di garanzia per legalizzare la loro cattura; Si prevede che queste informazioni verranno divulgate nelle prossime ore, quando le autorità le presenteranno in una conferenza stampa, dato che finora sono state molto segrete nel fornire informazioni al riguardo.


#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Rinnovabili: nel Paese nascono i più grandi impianti dell’America Latina
NEXT Riunioni emozionanti: ancora visite alla casa più famosa del paese