“Sapremo affrontare questa nuova sfida”: colpo economico per Manizales dopo il divieto delle corride nel Paese

“Sapremo affrontare questa nuova sfida”: colpo economico per Manizales dopo il divieto delle corride nel Paese
“Sapremo affrontare questa nuova sfida”: colpo economico per Manizales dopo il divieto delle corride nel Paese

Da quasi 70 anni, questo comune è l’epicentro del festival brava a livello nazionale.
Da quasi 70 anni, questo comune è l’epicentro del festival brava a livello nazionale.

Notizie dalla Colombia.

La recente approvazione del disegno di legge che vieta la corrida in Colombia ha avuto un forte impatto sull’economia e sulle tradizioni di Manizales, come affermato dall’Associazione Alberghiera e Turistica della Colombia (Cotelco) nel suo capitolo Caldas.

Impatto su tradizione ed economia

Cotelco ha descritto la decisione come a “duro colpo per cultura, tradizione ed economia”.

Per quasi 70 anni, Manizales è stato l’epicentro della corrida a livello nazionale e la Monumental Plaza de Toros de Manizales, con una capacità di 13.000 fan, è stata una delle principali attrazioni della fiera annuale.

Questa stagione delle corride ha attirato visitatori nazionali e stranieri, generando un notevole impulso economico.

Secondo Cotelco, la stagione delle corride di Manizales, che dura sette giorni, ha contribuito dal 30% al 35% all’occupazione degli hotel durante la fiera, che raggiunge il 90% di occupazione totale.

L’assenza di questo evento non colpisce solo l’occupazione alberghiera, ma anche il dinamismo economico della città, gli investimenti pubblici e privati ​​e l’occupazione diretta e indiretta nei settori del turismo e del commercio.

Juan Pablo Alba, direttore esecutivo di Cotelco Caldas, ha espresso la sua tristezza per la notizia e ha sottolineato le molteplici sfide che l’economia locale già deve affrontare, tra cui la pandemia, l’epidemia sociale e l’aumento dell’attività vulcanica.

“Questa decisione rappresenta un duro colpo non solo per la cultura e la tradizione di Manizale, ma anche per l’economia”ha affermato.

Influenza dell’economia formale e informale

Il divieto colpisce anche le famiglie che dipendono dal reddito generato dalle vendite nelle arene nei primi mesi dell’anno.

Saranno colpiti direttamente i venditori di prodotti tradizionali come stivali, poncho e accessori.

Inoltre, anche ristoranti, bar, servizi di trasporto e guide turistiche risentiranno della riduzione del numero di visitatori, il che indebolirà l’economia locale.

Da parte sua, Cotelco Caldas ha annunciato che rispetterà la legge e inizierà a lavorare su iniziative a sostegno del settore del turismo e degli affari durante i tre anni di transizione.

«I Manizaleños sono persone forti e resilienti e sicuramente sapremo affrontare questa nuova sfida«, ha concluso Alba.

Questa misura, sebbene miri a proteggere gli animali, rappresenta una sfida significativa per l’economia di Manizales, che dovrà adattarsi e trovare nuovi modi per attirare turisti e mantenere la vitalità economica della regione.

Potresti essere interessato a: “Sono tornati per restare”: rivivono i giorni senza Iva in Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’Orchestra da Camera cilena chiude la sua tournée a Tarapacá con un concerto nella chiesa di San Antonio da Padova, a Iquique, dopo tre presentazioni nei comuni di Tamarugal
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo