La Colombia annuncia che non invierà osservatori elettorali alle elezioni presidenziali in Venezuela

La Colombia annuncia che non invierà osservatori elettorali alle elezioni presidenziali in Venezuela
La Colombia annuncia che non invierà osservatori elettorali alle elezioni presidenziali in Venezuela

(CNN spagnolo) — Il ministro degli Esteri della Colombia, Gilberto Murillo, ha dichiarato giovedì che il suo Paese non invierà osservatori alle elezioni presidenziali in Venezuela, previste per il 28 luglio, spiegando che non ha avuto il tempo di strutturare una squadra con le caratteristiche tecniche richieste dall’invio di una tale missione.

Il funzionario ha detto ai giornalisti che la decisione è stata presa dopo aver stabilito una comunicazione con Alejandra Barrios, direttrice della Missione di Osservazione Elettorale (MOE) – una piattaforma colombiana di organizzazioni civili i cui obiettivi includono la promozione dei diritti civili e politici attraverso l’osservazione dell’integrità elettorale.

Murillo ha aggiunto che, pur non avendo una missione tecnica, alcune personalità colombiane faranno parte del gruppo degli invitati in qualità di osservatori del processo.

In seguito alla decisione del Consiglio Elettorale Nazionale del Venezuela (CNE) di revocare l’invito alla Missione di Osservazione Internazionale dell’Unione Europea (UE), Murillo ha affermato che spera che alcune “discussioni” sorte ultimamente possano essere superate. Ha chiarito che in Colombia preferiscono rimanere prudenti e senza protagonismo e contribuire in tutto ciò che è alla loro portata e richiesto dal Governo, dalle autorità e dal popolo venezuelano.

Il CNE ha descritto l’Unione Europea come “insolente” per aver mantenuto le sanzioni contro più di 50 funzionari venezuelani e, ha affermato, per aver influito sull’economia del paese. L’UE ha chiesto una rettifica del provvedimento del CNE e ha ricordato che le sanzioni emesse sono contro individui e non contro istituzioni del Paese.

Nel frattempo, un portavoce delle Nazioni Unite ha dichiarato in un comunicato che stanno valutando la possibilità di invitare il Dipartimento elettorale a inviare un gruppo di esperti che, a differenza di altre missioni, non pubblicherà un rapporto pubblico, ma piuttosto un documento da consegnare al segretario generale dell’ONU.

La CNN ha contattato il Centro Carter e la Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (Celac), inclusi nell’appello degli osservatori internazionali, per sapere se hanno già la conferma della loro partecipazione alle elezioni, senza aver ricevuto finora risposta. .

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Meteo a Gualeguaychu oggi: quali sono le previsioni del tempo per il 18 giugno
NEXT Prima Nazionale: Chaco For Ever vs Gimnasia y Tiro Data 20