“Non uno di meno”. Sfidando il freddo, Viedma si è mobilitato su 3J – ADN

“Non uno di meno”. Sfidando il freddo, Viedma si è mobilitato su 3J – ADN
“Non uno di meno”. Sfidando il freddo, Viedma si è mobilitato su 3J – ADN

(ADN).- Sfidando il freddo intenso, si è svolta questo pomeriggio a Viedma la marcia del 3 giugno, “Non una di meno”, con lo scopo di ribadire la visibilità della violenza di genere, a 9 anni dalla morte di Chiara Páez, che viene ricordata in tutto il paese.

Secondo il rapporto del Registro Nazionale dei Femminicidi della Giustizia argentina, nel nostro Paese si è registrato un aumento annuo del 10,6% del numero delle vittime dirette del femminicidio. Si stima che nel corso dell’anno 2023 siano state 250 le vittime dirette di femminicidio, mentre nel 2022 si sono registrati 226 casi.

In media nel Paese, nel 2023, si è verificata una vittima diretta di femminicidio ogni 35 ore e una vittima di violenza di genere letale ogni 32 ore (comprese anche le vittime di femminicidio collegato).
Nella provincia di Río Negro durante l’anno 2023 sono state registrate quattro morti violente di donne. Ci sono stati anche 11.663 casi di violenza familiare e di genere depositati presso le Unità procedurali familiari o i Tribunali di pace, che costituiscono il 59,33% del totale dei casi pendenti nella giurisdizione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV la storia attraverso foto e oggetti
NEXT Mentre faceva il pieno, hanno “caricato” un commerciante a Bucaramanga