Messaggi che insultano • La Nación

Messaggi che insultano • La Nación
Messaggi che insultano • La Nación

Questa settimana, mentre passavo per una strada nella città di Neiva, mi sono imbattuto in uno striscione che diceva: “Sei sempre stato caldo con me e non l’ho mai apprezzato. Ti amo, perdonami N…” Quando ho chiesto del manifesto qualcuno mi ha detto che era una campagna dell’amministrazione comunale. Il messaggio ha un doppio significato: volgare e di cattivo gusto. Inoltre, naturalizza il cattivo trattamento, lo legittima. È il riflesso di una cultura analfabeta, patriarcale, povera di immaginazione.

Ciò che la frase esprime simboleggia una pubblica amministrazione mediocre che elogia la facilità e la superficialità inerenti al vuoto educativo e culturale. È stato dimenticato un precetto fondamentale di ogni democrazia: la ricerca della virtù; Non c’è alcuno sforzo per prendersi cura di ciò che viene detto ai cittadini nelle strade perché sono concepiti come semplici elettori che contano solo quando esprimono il loro voto nelle urne. Invece di creare le condizioni affinché le persone possano accedere all’arte, all’istruzione e alla cultura in modo che possano partecipare agli affari pubblici partendo dalla comprensione del contesto, qualsiasi messaggio viene inviato senza pensare al suo significato. Neiva è una città aggressiva, non progettata per la cura. Ampi settori della società sono emarginati, espulsi verso ambienti privi di diritti fondamentali. Le condizioni di lavoro, istruzione, tempo libero e benessere sono scarse e, ora, dobbiamo sopportare messaggi che riproducono la violenza storica e che promuovono il minor sforzo intellettuale possibile. In questo modo viene riprodotta la leggerezza e la prospettiva ritardata dei governanti. Quanto valgono queste campagne? Perché si investono risorse pubbliche in questo tipo di pubblicità inutile e dannosa? Potrebbe essere che non ci siano bisogni più urgenti nel comune? Nell’articolo precedente ho riflettuto sull’assistenza sanitaria nelle democrazie. Invito la gente di Neiva a riflettere sulle mancanze più sentite della città e ad aprire il dibattito a riguardo, perché nonostante i problemi siano evidenti ed evidenti, i tecnici non sono riusciti a vederli.

Il significato dei messaggi presenti sui manifesti rivela le prospettive di vita e di società dei gruppi che li diffondono. È importante che ciò avvenga perché porta a riflessioni profonde sul presente del territorio a livello politico-amministrativo. C’è da dire che anche senza le frasicce che disegnano il doppio standard così tipico, la città ha bisogno di una reingegnerizzazione che pensi più agli esseri viventi che la abitano e meno alle banalità scherzose che non vanno oltre l’inutilità dell’insulto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Donare il sangue: un atto di generosità che salva vite umane
NEXT Sheynnis Palacios, Miss Universo 2023, è atterrata a Barranquilla: “Non vedo l’ora di bere un caffè e godermi il suo clima”