Entre Ríos riceverà quasi 100mila chili di latte in polvere raccolti dal Ministero del Capitale Umano

In seguito alla sentenza del tribunale che ha ordinato al Governo di distribuire i quasi 6 milioni di chili di generi alimentari immagazzinati nei magazzini, il Ministero del Capitale Umano ha iniziato martedì la distribuzione di generi alimentari attraverso l’Esercito.

I primi camion dell’Esercito, presidiati dal personale della Gendarmeria, sono partiti intorno alle 11 del mattino dal magazzino di Villa Martelli per iniziare la distribuzione di 395.781 chili di latte in polvere con prossima scadenza.

Come spiegato lunedì dal portafoglio guidato da Sandra Pettovello, è stato siglato un accordo con la Fondazione Conin affinché, attraverso i 64 centri di distribuzione, le sue mense e le aree pic-nic, si forniscano oltre 465mila chili di latte in polvere ai settori sociali vulnerabili .

La consegna della merce stoccata da dicembre nei magazzini di Villa Martelli e Tafí Viejo durerà due settimane, tenendo conto delle date di scadenza dei prodotti.

“Per garantire una logistica rapida ed efficiente senza intermediari, l’operazione si avvarrà della collaborazione dell’Esercito argentino e del Ministero della Difesa”, precisa il Ministero in una nota.

In esso si precisa: “Conin dovrà certificare, mediante la presentazione di relazioni, l’andamento periodico e in una relazione finale, l’effettivo utilizzo degli alimenti da parte delle mense”.

Lo scandalo scoppiato al Ministero del Capitale Umano per lo stoccaggio di quasi 6 milioni di chili di cibo da consegnare alle mense ha aggiunto un nuovo capitolo questo lunedì, quando è diventata nota la distribuzione ineguale del latte in scadenza decisa dal Governo.

A poche ore dall’annuncio di Pettovello dell’accordo con la Fondazione Conin, si è saputo come quei chili di latte sarebbero stati distribuiti tra le province, con chiara discrezionalità nella distribuzione. La provincia che riceverà più chili è Mendoza, una situazione che ha attirato l’attenzione dato che il processo sarà gestito dal Ministero della Difesa, presieduto da Luis Petri di Mendoza.

Le sei province che seguono Mendoza tra quelle che ricevono più chili sono tutte alleate del governo. La periferia di Buenos Aires, dove vivono più di 10 milioni di argentini, riceve meno chili di provviste della Terra del Fuoco, dove vivono solo 152.317 persone.

Quanti chili di latte verranno distribuiti in ogni provincia

Mendoza 191.000 chili.
Tra Ríos 92.500 chili.
Tucumán 69.000 chili.
Chaco 39.100 chili.
Cordoba 30.840 chili.
Santa Fe 10.000 chili.
Corrente 9.400 chili.
Terra del Fuoco 8.000 chili.
Conurbano 5.064 chili.
Rio Negro 4.000 chili.
Salta 2300 chili.
San Juan 800 chili.
La Pampa 600 chili
Santiago del Estero 590 chili.

Ci sono alcune province, come La Rioja, che non riceveranno un solo chilo di cibo. C5N.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Fernández de Cossío: Siamo stati informati, ma non ci piace la presenza navale nel nostro territorio senza invito
NEXT A Santa Marta, una donna di 62 anni promuove una campagna affinché gli anziani possano praticare sport