La Corte potrebbe definire il ritorno dell’Aguardiente Real de Antioquia sul mercato dei liquori

La Corte potrebbe definire il ritorno dell’Aguardiente Real de Antioquia sul mercato dei liquori
La Corte potrebbe definire il ritorno dell’Aguardiente Real de Antioquia sul mercato dei liquori

La Corte Superiore di Bogotá ppotrebbe definire il ritorno dell’Aguardiente Real de Antioquia nel mercato dei liquori del paese, prodotto che è stato richiamato ta seguito di una misura precauzionale promossa dalla Caldas Liquor Industry (ILC).

Un gruppo di distributori dei prodotti della Fábrica de Licores de Antioquia (FLA), ha fatto ricorso in giudizio davanti all’Alta Corte, che Nei prossimi giorni dovrà pronunciarsi, sulla base del parere degli esperti, per dirimere la controversia tra quella società e l’Ilc.

La storia inizia quando l’azienda di liquori Caldense lancia sul mercato Manzanares Yellow Spirits e, qualche tempo dopo, in risposta alle dinamiche commerciali, la FLA lancia Royal Spirits.

L’ILC ha intentato un’azione legale per violazione di marchio e concorrenza sleale davanti alla Sovrintendenza all’industria e al commercio (SIC), sostenendo che Il prodotto della FLA imitava il loro e ingannava il consumatore.

Secondo l’ILC, il Royal Brandy utilizza lo stesso colore del suo liquore e questo produce, tra le altre cose, l’uso e lo sfruttamento della reputazione altrui. Inoltre, L’azienda ha sostenuto che la forma, il colore e la tipografia della bottiglia del suo concorrente sono molto simili alla sua.e ciò non è conforme alle regole della concorrenza.

A seguito della causa intentata dall’ILC, La Soprintendenza ha decretato una misura cautelareil che in pratica significava il ritiro della Royal Spirit dal mercato.

Colpito dall’impossibilità di vendere il prodotto, un gruppo di 11 tra i più importanti distributori FLA su tutto il territorio nazionale ha deciso di inserirsi nel processo, attraverso una figura legale chiamata coadiuvante.

Per fare ciò, hanno assunto una perizia indipendente e l’hanno portata davanti alla Corte Superiore di Bogotá, Sezione Civile, che nei prossimi giorni dovrà decidere in un’unica istanza sulla questione.

COSA HA CONCLUSO L’ESPERTO?

Il parere degli esperti ha rivelato un concetto convincente: Non c’è alcuna somiglianza nel nome, né nel colore di entrambi i liquori, né nella forma della bottiglia, né nel carattere utilizzato.affinché Le argomentazioni dell’ILC sono totalmente distorte.

Accettare le argomentazioni tecniche della perizia, eLa Corte potrebbe ordinare la cessazione della misura cautelare che grava su Aguardiente Realche renderebbe possibile il suo ritorno sul mercato, fatto che secondo gli attori stimola la libera concorrenza e garantisce ai consumatori non solo la varietà di prodotti nelle dispense ma anche il loro diritto di scelta.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’ex governatore di Huila, Cielo González, condannato per irregolarità nei contratti sui liquori
NEXT Esmad ha impedito il saccheggio di un camion D1 carico di cibo che si è ribaltato a Tasajera