La frutticoltura è la quinta economia regionale dell’Argentina: l’importanza del Río Negro e della Patagonia

La frutticoltura è una delle cinque economie regionali con il maggiore impatto in dollari in Argentina. Questa realtà ha come protagonisti la Patagonia e in particolare il Río Negro.

Tra maggio 2023 e aprile 2024, le economie regionali argentine hanno registrato esportazioni per 7.425 milioni di dollari. Il 5,4% di questo totale è spiegato dal complesso costituito dalla produzione di pere, mele e mele cotogne (pomacee, di seguito), per un totale di spedizioni all’estero per oltre 400.000.000 di dollari. I dati corrispondono al Monitor delle Esportazioni delle Economie Regionali (MEER) della Confederazione Argentina delle Medie Imprese (CAME).

In termini di quantità esportate, Queste tre produzioni costituiscono la quinta economia regionale più importante del paesesotto i complessi delle arachidi, del vino, dell’acquacoltura e delle carni suine e caprine.

In termini di quantità esportate, pere, mele e mele cotogne costituiscono la quinta economia regionale più importante del paese.

Tuttavia, il rapporto lo dimostra Le esportazioni di pomacee sono diminuite su base annua nel periodo maggio 2023 – aprile 2024. Nelle quantità esportate il calo è stato del 7,6%, anche se un miglioramento dei prezzi ha moderato il calo in dollari: è stato del 2,3%.


Il ruolo del Río Negro e della Patagonia


Secondo il MEER, tre dollari su quattro nelle esportazioni di pere, mele e mele cotogne provenivano dalla regione della Patagonia. Dei 400 milioni di dollari generati dalle spedizioni di queste produzioni all’estero, 300 milioni di dollari sono stati destinati a Patagonia, che fa della frutticoltura la sua principale economia regionale.

La provincia di Río Negro spiega più della metà della quantità esportata dalla regione, in termini di produzioni regionali. “La Patagonia ha esportato un totale di 569,6 milioni di dollari, tra cui spicca la provincia di Río Negro, con un totale di esportazioni di 333,4 milioni di dollari”, ha osservato CAME nel rapporto.

US$ 301.000.000
Esportazioni di pomacee dalla Patagonia tra maggio 2023 e aprile 2024.

La frutticoltura è fondamentale in questo senso, poiché è la principale attività generatrice di valuta estera nel Río Negro., secondo la Borsa di Rosario (BCR). Ciò ha consentito alla provincia di collocarsi al sesto posto nella classifica nazionale dell’export regionale.

Nel periodo di riferimento le esportazioni di pomacee dalla regione della Patagonia sono diminuite del 3,4% in dollari su base annua. Tuttavia, il buon andamento degli altri complessi ha permesso alla Patagonia di aumentare del 15% le esportazioni totali delle economie regionali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nariño scommette sulla tecnologia per affrontare l’insicurezza
NEXT PROGRAMMAZIONE FILMOTECA CÓRDOBA | Cinque film e una tavola rotonda questa settimana alla Filmoteca de Andalucía di Córdoba