Lo stato di salute del trapezista di Río Negro ricoverato a Caleta Olivia: “sta bene ed è stabile”, hanno assicurato

Martedì scorso, un trapezista di 21 anni del circo Dihany è caduto gravemente durante uno spettacolo nella città di Caleta Olivia, a Santa Cruz. Il giovane, identificato come Lautaro Bustos ed è originario di San Antonio Oeste e da allora è rimasto ricoverato in ospedale. I suoi colleghi lo hanno spiegato dettagliatamente il suo stato di salute continua a migliorare E che l’obiettivo dei medici è “toglierlo dall’ausilio respiratorio il prima possibile”.

Daniel, uno dei colleghi di Bustos, ha parlato questo sabato con Diario di RÍO NEGRO sul tuo stato di salute e ha commentato che, fortunatamente, il processo di ripresa “sta avanzandoDO” e su cui i medici sono molto concentrati “la zona respiratoria.”

“Lui Rimane in terapia intensiva, ma sta bene ed è stabile. I medici si concentrano sul tuo la respirazione e i polmoni perché da quando è entrato in ospedale è in ausilio respiratorio “e l’obiettivo è rimuoverlo il prima possibile in modo che la riabilitazione possa iniziare,” ha spiegato Daniel uno dei suoi compagni.

«Per come si sta evolvendo, “Forse entro una settimana potrei smettere di ricevere assistenza respiratoria” ha detto Daniel che giorni fa ha informato questo medium che: “È di buon umore e si è già seduto, ha iniziato anche a mangiare di più.”

L’incidente è avvenuto durante lo sviluppo della funzione, quando Lautaro caduto da “un’altezza di tre metri e mezzo”ha sottolineato Daniele. Secondo i media locali, si è trattato di un errore nell’atto tradizionale che prevede trapezi e acrobazie. di altezza che ha fatto sì che il giovane del Rio Negro finisse per impattare al suolo.

A causa della gravità del colpo, Ha riportato lesioni al midollo spinale, alla colonna vertebrale e altri traumi, Per questo motivo è stato portato d’urgenza all’ospedale di Caleta Olivia, dove era installato il circo.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’amicizia tra Sarmiento e Aberastain, in una mostra
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo