“l’obiettivo è organizzare i valichi di frontiera”

“l’obiettivo è organizzare i valichi di frontiera”
“l’obiettivo è organizzare i valichi di frontiera”

Il Ministro della Sicurezza ha visitato la frontiera di Salta insieme al governatore Gustavo Sáenz. L’obiettivo principale è rafforzare la lotta alla criminalità organizzata al confine settentrionale.

Dopo la visita, il ministro ha tenuto una conferenza nella capitale Salta e ha esaminato gli obiettivi del Ministero della Sicurezza Nazionale rispetto alla situazione a Salta.

“L’obiettivo è organizzare i valichi di frontiera”, ha sottolineato in linea di principio il ministro.

Alla domanda sugli attraversamenti illegali delle frontiere, Bullrich ha risposto: “La Gendarmeria avrà l’ordine esplicito di smantellare qualsiasi tipo di circonvallazione non appena avremo una legalità facile, semplice e concreta per poter garantire che ciò che entra in Argentina, tra legalmente. Noi stanno ultimando i lavori con il Ministero delle Attività Produttive della Provincia.

Uno dei comuni visitati da Bullrich è stato Aguas Blancas, il cui sindaco è indagato per l’omicidio di suo fratello. A questo proposito, il ministro ha spiegato che non hanno incontrato il capo comunale: “È un fatto che, essendo l’autorità di contrasto al traffico di droga ed essendo il Ministero della Sicurezza, abbiamo deciso di evitare questo contatto perché ci sembra che è eticamente la cosa giusta da fare”. Un giornalista ha aggiunto che il sindaco di Aguas Blancas era stato candidato per La Libertad Avanza nelle elezioni precedenti, alle quali il ministro ha risposto che “il sindaco appartiene ad una forza di quartiere e non ha nulla a che fare con LLA”.

Per quanto riguarda l’aumento dei gendarmi alla frontiera di Salta, il ministro ha affermato che aumenterà quando sarà terminata la progettazione del nuovo sistema. E ha aggiunto: “La Gendarmeria si dedica alla lotta al traffico di droga. Nella zona di Satla abbiamo aumentato del 100% i sequestri di cocaina e ne abbiamo già sequestrati 3mila chili”.

D’altra parte, in vista di quella che sarà la marcia prevista per mercoledì nel quadro del trattamento della Legge sulle Basi, il ministro ha assicurato che sarà applicato il protocollo antipicchettaggio. “Il protocollo non è facoltativo, è una decisione che è stata presa e non vi è alcuna eccezione all’applicazione di questo protocollo”, ha affermato.

Novità in sviluppo…

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Con giustizia creativa • Lavoratori
NEXT Un anziano è stato ucciso a Sabanalarga, nell’Atlántico: lui