Omicidio di leader sociali a Córdoba e Caquetá: tre condannati a 18 e 22 anni di carcere

Omicidio di leader sociali a Córdoba e Caquetá: tre condannati a 18 e 22 anni di carcere
Omicidio di leader sociali a Córdoba e Caquetá: tre condannati a 18 e 22 anni di carcere

Le prove presentate dai pubblici ministeri dell’Unità investigativa speciale (UEI) sono state decisive affinché giudici esperti potessero condannare noti membri di gruppi armati illegali coinvolti in crimini contro leader sociali a Caquetá e Córdoba.

Condanna “El Zarco”

La Procura Generale ha ottenuto una condanna a 22 anni e 5 mesi di reclusione contro Juan Manuel Gómez Durango, alias El Zarco, responsabile dell’omicidio della leader della comunità Mary Cruz Petro Villalba, perpetrato il 25 aprile 2023 a Ciénaga de Oro, Cordova .

La vittima stava viaggiando su una motocicletta quando è stato avvicinato da uomini armati che gli hanno sparato e poi hanno preso il veicolo. ‘El Zarco’, membro di una sottostruttura del ‘Clan del Golfo’, è stato ritenuto responsabile dei reati di omicidio, associazione a delinquere e furto qualificato. Tutti questi comportamenti aggravati. Oltre alla fabbricazione, al traffico e al porto di armi da fuoco o munizioni.

Leggi anche (Quattro persone in carcere per aver spedito tonnellate di cocaina dalla Colombia all’Europa)

Condanna “Raúl”

Eliecer Núñez Ángel, alias Raúl, membro della struttura del Comando di Frontiera, dei dissidenti delle FARC, si è assunto la responsabilità di almeno cinque omicidi registrati a Belén de los Andaquíes, La Montañita e El Paujil (Caquetá).

Tra le vittime ci sono tre leader sociali, un firmatario della pace e un civile, che hanno perso la vita dopo essere stati attaccati con armi da fuoco.

Tra gli eventi a lui attribuiti figura l’omicidio del leader sociale e vicepresidente del Consiglio di Azione Comunitaria del villaggio boliviano di El Paujil (Caquetá), Antonio Charry Naranjo, avvenuto il 15 settembre 2022.

Il condannato ha partecipato anche agli omicidi dei leader sociali Alexander Pastrana Lozada e Marcos Antonio Morales López.

I crimini sono avvenuti nei villaggi di Puerto Gaitán e in Thailandia, nel comune di La Montañita, nel marzo 2022.

Dopo aver firmato un accordo preliminare, alias Raúl è stato condannato a 22 anni e 2 mesi di carcere per i reati di omicidio, sfollamento forzato e associazione a delinquere.

Tutti i comportamenti aggravati; oltre alla fabbricazione, al traffico e al porto di armi da fuoco o munizioni.

Condanna dello pseudonimo Guamo

È stato condannato a 18 anni e 2 mesi di reclusione Yoner Cortés Artunduaga, alias Guamo, noto membro della struttura Miller Perdomo dei dissidenti delle FARC che ha partecipato all’omicidio di due leader sociali registrati a La Montañita (Caquetá).

Cortés Artunduaga è stato ritenuto responsabile del crimine del leader comunale Yony Alejandro Chala Hueje, perpetrato il 27 giugno 2021 nel villaggio Comuneros.

Allo stesso modo, ha partecipato all’omicidio del tesoriere del Consiglio di Azione Comunitaria del villaggio Reina Baja, avvenuto nel villaggio Reina Baja, il 21 gennaio 2023.

Cortés Artunduaga è stato condannato per i reati di omicidio; fabbricazione, traffico e porto di armi da fuoco o munizioni; e associazione a delinquere. Entrambi i comportamenti si sono aggravati.

In altre notizie:

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La mancanza di infrastrutture danneggerebbe il commercio estero in Messico: Odracir Barquera – El Sol de San Luis
NEXT Piogge, tour presidenziale, elezioni in Europa e primarie in Cile in YCET#35