Hanno licenziato e squalificato un funzionario dell’immigrazione colombiano che aveva investito un viaggiatore

Hanno licenziato e squalificato un funzionario dell’immigrazione colombiano che aveva investito un viaggiatore
Hanno licenziato e squalificato un funzionario dell’immigrazione colombiano che aveva investito un viaggiatore

Jaime Alonso Sánchez Cárdenas ha colpito Juan Ramón Camarillo Peñaranda, all’aeroporto El Dorado nel novembre 2022.

Foto: cattura video Twitter @ViviBarba

Jaime Alonso Sánchez Cárdenas, il funzionario dell’immigrazione colombiano che ha picchiato un viaggiatore nel novembre 2022, è stato rimosso dal suo incarico e squalificato per più di un decennio. La Procura Generale lo ha sanzionato per aver abusato della sua posizione e aver aggredito l’uomo all’aeroporto El Dorado di Bogotá.

La sanzione è stata emessa dalla Procura Generale, che ha licenziato e squalificato l’ufficiale dall’Unità Amministrativa Speciale Migrazione colombiana per 12 anni e 5 mesi. Il Pubblico Ministero ha sottolineato che Sánchez Cárdenas ha colpito Juan Ramón Camarillo Peñaranda “procurandogli lesioni al volto e alla gamba sinistra, che gli hanno causato un’invalidità medico-legale di cinque giorni”.

Per la Procura Generale è evidente che “il funzionario ha abusato della sua posizione e ha aggredito fisicamente un cittadino colombiano che gli chiedeva indicazioni per accedere al registro biometrico e svolgere la procedura di immigrazione per entrare nel Paese, il 24 novembre 2022, alle l’aeroporto “El Dorado di Bogotà”.

Il Pubblico Ministero ha ritenuto che Sánchez Cárdenas “ha violato il suo dovere di trattare le persone con rispetto, violando ingiustificatamente i doveri che gli erano stati assegnati come servitore, pregiudicando i valori o i principi del servizio pubblico e il raggiungimento degli scopi dello Stato. “.

I fatti sono stati classificati dalla Procura Generale come molto gravi per truffa, cioè per consapevolezza che con il loro operato venivano violate le norme. Nonostante la decisione dell’organismo di controllo, il funzionario dell’Immigrazione colombiano può presentare ricorso o chiedere la revoca della sanzione presso la Camera di Giudizio Disciplinare Ordinaria.

Inoltre, poiché il funzionario ha rispettato i termini di sospensione provvisoria decretati in via cautelare, precisa la Procura generale, tale tempo verrà preso in considerazione per l’esecuzione della sanzione dell’interdizione generale che gli è stata inflitta.

Per saperne di più su giustizia, sicurezza e diritti umani, visita la sezione giudiziaria di Lo spettatore.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Dopo 11 anni Ana Gabriel torna a concerti a Bucaramanga
NEXT Ecco come appare l’interno della USS George Washington, una delle più grandi portaerei nucleari del mondo