Corrientes: hanno sequestrato un carico di metalli per un valore di oltre 660 milioni di pesos

Corrientes: hanno sequestrato un carico di metalli per un valore di oltre 660 milioni di pesos
Corrientes: hanno sequestrato un carico di metalli per un valore di oltre 660 milioni di pesos

Corrientes: hanno sequestrato un carico di metalli per un valore di oltre 660 milioni di pesos

Le truppe della Gendarmeria Nazionale sequestrarono 85mila chilogrammi di metalli diretti a Misiones. Non esistono aziende in grado di lavorare questi metalli; Inoltre, i beneficiari non disponevano della capacità operativa o economica per l’attività commerciale dichiarata.

Membri della Gendarmeria Nazionale, insieme a membri dell’Unità Investigativa su Crimini Complessi e Procedure Giudiziarie “Paso de los Libres”, hanno effettuato operazioni di controllo sulla Strada Nazionale n. 14 e lungo la stessa hanno arrestato diversi veicoli che trasportavano metalli non metallici. A causa di incongruenze nell’AFIP, sono stati sequestrati 85.400 kg, per un valore di $ 663.713.454,80.

In primo luogo, le truppe della Sezione “Monte Caseros” hanno fermato la marcia di due trasporti merci varie sul chilometro n. 363 dell’arteria nazionale, in prossimità del casello “Piedritas”. Secondo le informazioni, il loro itinerario era iniziato nella città di Monte Grande, provincia di Buenos Aires, e la loro destinazione finale era Bernardo de Irigoyen, a nord di Misiones.

Allo stesso modo, sul chilometro n. 536 dello stesso corridoio stradale, gli agenti della Sezione “Nucleus” hanno fermato un camion che trasportava metalli da riciclare provenienti dallo stesso luogo dei precedenti. Questo era destinato alla città di San Pedro, Misiones. In questo caso, la perquisizione del veicolo ha consentito di verificare la presenza di lingotti di piombo nascosti tra il carico dichiarato.

Sebbene la documentazione esibita dagli autisti non presentasse irregolarità riguardo ai rispettivi carichi, le consultazioni effettuate con il personale della delegazione AFIP-DGA Misiones hanno dimostrato che coloro che erano indicati come mittente e destinatario non avevano la capacità operativa o economica per l’attività commerciale dichiarata.

Allo stesso modo, nelle destinazioni indicate mancano industrie che trattino questo tipo di materiale, si presume che l’intento della manovra fosse quello di trasportare il materiale metallico all’estero attraverso passaggi non autorizzati, configurando un possibile tentativo di contrabbando.

È vietata l’esportazione di questi materiali, come stabilito dal Decreto 70/2023, che limita il transito di prodotti di interesse strategico per lo sviluppo dell’industria siderurgica argentina.

Sono intervenuti il ​​Tribunale Federale e la Procura Federale di Paso de los Libres, che hanno ordinato il sequestro del carico e dei veicoli. A causa dell’incidente, come riportato, i tre conducenti sono stati arrestati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La figlia e l’ex moglie del prigioniero politico Maykel Osorbo lasciano Cuba
NEXT Alcuni Centri sanitari cambiano il luogo delle cure