Un indigeno ucciso e un altro rapito durante il fine settimana a Cauca

L’indigeno rapito è stato portato via da individui armati mentre si trovava in un locale notturno nella zona rurale di Corinto, Cauca.


Le autorità indigene del Cauca settentrionale hanno denunciato una grave situazione di violazione dei diritti umani contro le loro comunità nei comuni di Caloto e Corinto.

Le autorità ancestrali del territorio Nasa di López Adentro hanno denunciato l’omicidio del membro della comunità Deyby Yair Bueno Villano alle 23:30 di lunedì festivo.

Il giovane comunitario di 23 anni è stato colpito da colpi di arma da fuoco in un locale pubblico nel villaggio di El Palo, comune di Caloto.

Deyby Yair era membro della comunità del villaggio di Guabito e nel 2023 era entrato a far parte del municipio di López Adentro.

In altri casi, l’autorità ancestrale del territorio di Páez de Corinto denuncia il rapimento del comunitario John Eyder Pechené Taquinás, di 23 anni e residente nel villaggio di Pan de Azúcar, che è stato sequestrato in uno stabilimento del comune di Corinto da quattro uomini che si sono identificati come guerriglieri del Fronte Dagoberto Ramos domenica scorsa, 9 giugno, intorno alle 18,30.

Finora non si sa dove si trovi il membro della comunità John Eyder Pechené.

“Ci sono momenti di accuse e minacce permanenti, così come omicidi selettivi che hanno decimato i giovani di questi territori. La vita sembra essere in costante rischio e le comunità sono esposte ad ogni tipo di violazione dei diritti”, si legge nel comunicato dell’autorità.

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli studenti di Aysén sono invitati a un ingegnoso concorso di lettura
NEXT Trattative congiunte a Río Negro: senza offerta, i sindacati ATE, UPCN e Unter esprimono il loro malcontento