Case e stabilimenti chiusi per sciopero civico nel Trunk dei Caraibi

Le popolazioni del distretto di Santa Marta, cresciute lungo il tronco dei Caraibi, sono le principali promotrici dello sciopero.

Come paese solitario, questa è la percezione che si osserva attualmente nei paesi ricadenti nel comune di Dibulla, sulla strada che porta dal dipartimento di La Guajira a Magdalena.

La situazione è nata in seguito ad una dichiarazione rilasciata dal gruppo di Autodifesa Conquistadores de la Sierra Nevada, che ha comunicato per iscritto all’intera comunità la cessazione di tutte le attività nella zona bananiera della penisola, nonché il divieto di transito dei veicoli terrestri e acquatico, ad eccezione delle ambulanze, il mancato funzionamento delle stazioni di servizio nelle aree rurali e urbane del comune e il divieto di qualsiasi evento pubblico o pastorale delle chiese.

Per quanto sopra, la comunità spaventata rimane sotto il tetto delle proprie case, le scuole sono chiuse e coloro che intendono transitare nel settore non possono passare, e devono tornare indietro o scendere dal veicolo e incamminarsi verso la loro destinazione. .

Diversi video e audio circolano sui social network e sulla messaggistica istantanea, dove gli sconosciuti esprimono alla gente del posto che “Non farsi vedere, finché lo sciopero non sarà finito, chi non rispetterà questo limite metterà a rischio la propria vita”.

Al momento il Tronco dei Caraibi resta sorvegliato da membri dell’Esercito e della Polizia Nazionale, il governatore di La Guajira, Jairo Aguilar Deluque, ha parlato della situazione e ha lanciato un appello al Governo Nazionale “Dobbiamo avere la presenza dell’intelligence del Ministero della Difesa, affinché, in coordinamento con noi governatori, possano fornire una soluzione immediata alla comunità.”.

863c4abd61.jpgCase-e-stabilimenti-chiusi-per-sciopero-

#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-