Monitoraggio tecnico e supporto all’IPS di Cali, a causa dell’elevata occupazione delle emergenze dovute all’allerta arancione per la dengue

Monitoraggio tecnico e supporto all’IPS di Cali, a causa dell’elevata occupazione delle emergenze dovute all’allerta arancione per la dengue
Monitoraggio tecnico e supporto all’IPS di Cali, a causa dell’elevata occupazione delle emergenze dovute all’allerta arancione per la dengue

Il Segretariato sanitario di Cali rafforza il monitoraggio e il supporto nei servizi di emergenza, per ridurre la complessità e identificare miglioramenti nel coordinamento e nell’ottimizzazione delle risorse nell’IPS.

  • Il Segretariato distrettuale della sanità pubblica monitora gli ospedali con un’elevata occupazione dei pronto soccorso, soprattutto a causa dei casi di dengue dovuti all’allerta arancione.
  • Si coordina con EPS, IPS e il Centro di regolamentazione per le emergenze e le emergenze (CRUE), per decongestionare i servizi e mitigare i collassi ospedalieri.


Santiago di Cali, 14 giugno 2024

Il Segretariato Distrettuale della Sanità Pubblica continua a fornire monitoraggio tecnico e supporto alle 41 Istituzioni che forniscono Servizi Sanitari (IPS) con un’elevata occupazione nelle aree di emergenza, concentrandosi soprattutto sui pazienti affetti da dengue e considerando l’allerta arancione per le infezioni legate a questa malattia.

L’obiettivo si concentra su decongestionare i servizi di emergenza, mitigare i collassi ospedalieri e apportare miglioramenti. Inoltre, è previsto un intervento diretto con i centri di riferimento e contro-riferimento dell’EPS, gli operatori sanitari e il Centro Regolatorio Urgenti ed Emergenze (CRUDO). Questo coordinamento ottimizza la distribuzione dei pazienti, migliorando l’uso delle risorse e la qualità delle cure.

“Data l’emergenza sanitaria a Cali dovuta all’aumento della dengue, abbiamo mobilitato squadre sul campo per visitare cliniche e ospedali, pubblici e privati, verificando l’attuazione di meccanismi in vista di decongestionare e ridurre l’escalation delle cure, garantendo opportunità ai pazienti”ha affermato Germán Escobar Morales, segretario della sanità pubblica di Cali.

(Leggi anche: A causa dello sciopero indetto da Fecode, la giornata di vaccinazione HPV nelle scuole pubbliche è temporaneamente sospesa)

Riduzione della complessità delle cure

L’Azienda sanitaria del Cali monitorerà inoltre le segnalazioni di occupazione dei diversi servizi, coordinandosi con il CRUE e gli Enti amministrativi del Piano previdenziale (EAPB), per possibili riduzioni della complessità.

Questo processo garantisce che ogni paziente riceva cure al livello adeguato alla sua condizione. Permette inoltre di identificare casi che richiedono rinvii o barriere amministrative e assistenziali, stabilendo miglioramenti.

I tour guidati dai report CRUE si concentrano sugli IPS prioritari

Il team distrettuale di sanità pubblica contatta i coordinatori per esaminare i pazienti nelle diverse fasi della cura, dal rinvio al ricovero, identificando ostacoli e ritardi. Questa strategia globale mira a ottimizzare le risorse, decongestionare emergenze altamente complesse e migliorare la risposta del sistema sanitario alla forte domanda, garantendo cure più efficienti e tempestive ai pazienti.

La Segreteria ricorda alla comunità che è importante ridurre il tasso di morbilità, mortalità e ricoveri ospedalieri, poiché molte patologie possono essere rilevate al primo livello di cura. Non dimenticare che solo in casi gravi è necessario rivolgersi a istituti ospedalieri ad alto livello di complessità.

Iniziano le visite agli ospedali per la riduzione della tensione

Le visite iniziarono il 12 giugno presso la Fondazione Club Noel Children’s Clinic, la Clínica Nueva de Cali e l’Ospedale Universitario del Valle (HUV), dando priorità alla riduzione della complessità verso livelli di complessità media e bassa. In essi si valuta la popolazione attiva in caso di emergenza, si caratterizzano gli assicuratori, i servizi e le fasce di età e si gestiscono le autorizzazioni.

“Cerchiamo di migliorare la risposta, dipendendo dagli ospedali per identificare rapidamente i pazienti da decongestionare. È fondamentale che la rete di bassa e media complessità sia consapevole della disponibilità di posti letto. Dalla Segreteria eliminiamo le barriere amministrative nelle aree di emergenza e di ricovero in terapia intensiva, comprendendo in tempo reale la situazione e la complessità di ogni caso”ha affermato Janeth Vélez Jaramillo, sottosegretario alla Tutela della Salute e alla Fornitura dei Servizi.

Potresti essere interessato…
– Vaccinazione di massa per proteggere il talento sanitario umano, prima della COP16


Segretario delle comunicazioni della sanità pubblica di Cali

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-