Illustratori sulle tracce | Il diario di Cuyo

Illustratori sulle tracce | Il diario di Cuyo
Illustratori sulle tracce | Il diario di Cuyo

Dalla seconda metà dell’Ottocento la ferrovia ha rappresentato un punto nodale che ha contribuito allo sviluppo industriale e produttivo, con notevole rilevanza sociale e culturale di integrazione territoriale per le comunità vicine. Nel tentativo di recuperare e rivalutare questi spazi, il collettivo di fumettisti “El Bus del Croquis” – composto da Fernando Giudici, Leandro Acuña e Carlos Herrera – sviluppa un itinerario di mostre e pratiche di disegno, nel mezzo di una giornata comunitaria, che oggi alle 15 farà base alla Stazione Los Angacos, a San Martín. Questa attività è promossa dal Segretariato dell’Estensione Universitaria, dalla Facoltà di Pianificazione e Progettazione Urbana dell’UNSJ e dal coordinamento con la Cooperativa Agroecologica Boca del Tigre dell’Unione dei Lavoratori della Terra (UTT).

Fernando Giudici, uno dei leader del gruppo, che lavora dal 1987 insieme ai suoi colleghi – appartenenti alla FAUD, alcuni studenti e docenti, altri già architetti professionisti – ha spiegato a DIARIO DE CUYO l’intento di questa proposta che unisce disegno a schizzo, la storia e l’esperienza collettiva con gli abitanti del luogo: “Eravamo entusiasti dell’idea di ritrarre gli spazi della città, angoli, piazze, edifici; Ma ciò che ha attirato la nostra attenzione sono state le stazioni ferroviarie, perché sono un patrimonio culturale fondamentale di San Juan. Per noi disegnarli è il recupero di una testimonianza storica legata alla produzione, all’estrazione mineraria e alla viticoltura. È scoprire qualcosa che si sa esisteva, ma che non si vede nella vita di tutti i giorni”, ha detto l’architetto.

Attraverso un’indagine con immagini satellitari, sono state individuate circa 14 stazioni nella provincia, situate a Capital, Caucete, Media Agua, 25 de Mayo, San Martín, Angaco, Jáchal e Albardón. Sulla base di queste informazioni, la prima esperienza è stata a maggio, presso la stazione di Las Lomitas de Albardón. Questa volta hanno preso contatto con la Cooperativa Boca del Tigre, coordinata da Natalia Silva de San Martín, dove saranno esposte circa 50 illustrazioni di diverse tecniche, su carta liscia, acquerelli, inchiostri e matita. Questa giornata simboleggia molto per Fernando e il team, perché c’è un punto di connessione tra passato e presente, che attraverso gli schizzi, sembra una finestra su un altro tempo: “Attraverso queste stazioni, viaggiatori, materie prime e vini furono trasportati quelli provenienti dalle cantine di Duc de Saint Remy, El Globo e Cinzano. La rete ferroviaria era un’intera cintura di ferro che collegava San Juan con Buenos Aires e Mendoza. Dal 1882 si è trattato di una rete molto estesa fino a far crescere molto la provincia”, ha commentato. Negli anni ’90, a causa della politica dell’epoca, le stazioni furono smantellate e abbandonate, insieme a quasi tutte le loro infrastrutture. Attualmente alcuni di questi edifici sono stati recuperati e riabilitati, ma altri sono finiti vandalizzati.

Il lavoro del Bus Croquis proseguirà nel mese di agosto, per celebrare la Giornata dei bambini alla stazione Pie de Palo de Caucete e intende raggiungere anche la stazione Cañada Honda, a Media Agua.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-