Il Fronte Federale Entre Ríos ha rinnovato le autorità – El Heraldo

Il Fronte Federale Entre Ríos ha rinnovato le autorità – El Heraldo
Il Fronte Federale Entre Ríos ha rinnovato le autorità – El Heraldo

In questo quadro, i nuovi membri del Consiglio provinciale hanno colto l’occasione per discutere le questioni politiche inerenti allo spazio. In primo luogo è stato salvato il valore dell’unità del partito, 14 anni di vita istituzionale. Si è inoltre ricordato che la FEF nasce dalla decisione di Busti e di un gruppo di dirigenti che, insoddisfatti di un discorso unico e di un Partito Giustizialista a porte chiuse, nel 2010 decisero di costruire una forza politica che presentasse un’altra alternativa all’Entre Ríos persone, salvando le bandiere storiche del peronismo e la necessità di difendere il federalismo, la produzione, l’industria e il lavoro.
In questo senso, è stato evidenziato che lo spirito che ha ispirato la formazione della FEF resta saldo tra i militanti, e nonostante si siano formate alleanze elettorali dal 2017 con il PJ e altre forze affini, il partito mantiene la vocazione frontista ma gode di piena autonomia. dato che ha il riconoscimento distrettuale, che permette di presentare proposte elettorali a cariche nazionali o provinciali.
Claudio Ava Aispuru, presidente uscente, ha elogiato i membri del nuovo Consiglio provinciale ed ha espresso che “per questa nuova tappa uniscono profili professionali e militanti, esperienza e gioventù, sono tutti molto orientati al dialogo e hanno sempre dimostrato un impegno totale per la Fronte Federale Entrerriano, onorando l’eredità di Jorge Busti.”
Nel corso dell’incontro è stato ricordato l’attivista sociale Miguel Segovia, recentemente scomparso, ed è stato stilato un programma di attività da svolgere, tra cui spicca un omaggio a Jorge Busti che si terrà nella città di Concordia il 26 luglio.

Riforma elettorale
Per quanto riguarda la riforma del sistema elettorale, le nuove autorità hanno ribadito la loro posizione di valorizzare il dibattito, purché si tratti di un dibattito sincero e partecipativo, in cui siano convocate tutte le forze politiche della provincia. “Non dobbiamo aver paura di cambiare il sistema, i tempi evolvono e dobbiamo aggiornarci, abbiamo un sistema molto vecchio e costoso, che richiede una logistica che spesso rende esclusiva la partecipazione di piccoli partiti”, ha sottolineato e ricordato Parea Deniz nel 2018 Il partito si era già espresso a favore del disegno di legge di riforma elettorale presentato dall’Esecutivo e soprattutto dell’attuazione del BUP in opposizione allo scrutinio largo. Ha insistito sulla necessità di cambiare il meccanismo “proprio come avviene nel mondo”. Allo stesso modo, il modello applicato nella provincia di Córdoba è stato evidenziato come il più conveniente.

Notizie politiche
Per quanto riguarda la situazione politica, si è fatto riferimento alla necessità di una profonda autocritica da parte del peronismo, di tendere all’orizzontalità nel dibattito, e all’importanza che i leader in questo processo si scambino equilibri, visioni e prospettive per pensare a ciò che verrà , senza abbandonare il campo dell’azione politica.
Anche l’indirizzo del Governo nazionale è stato fortemente criticato, sia per quanto riguarda il brutale aggiustamento sulle fasce più vulnerabili della popolazione, con il conseguente e preoccupante aumento della disoccupazione, sia per la decisione arbitraria di tagliare i fondi a province e comuni, incidendo seriamente sul federalismo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-