Dopo aver alzato la parola si accede: come completare l’iter per le agevolazioni per luce e gas

Dopo aver alzato la parola si accede: come completare l’iter per le agevolazioni per luce e gas
Dopo aver alzato la parola si accede: come completare l’iter per le agevolazioni per luce e gas

Da questo mese, è noto, con la rimozione dei sussidi sulle tariffe domestiche di luce e gas per le fasce medio-basse, le prossime bollette per entrambi i servizi arriveranno “ricaricate”. A causa dell’evoluzione dell’inflazione e dell’aumento del Total Basic Basket (CBT), i limiti di reddito familiare di cui si terrà conto per ottenere il sussidio statale sono stati riformulati: Nella provincia di Buenos Aires, chi guadagna fino a 2.979.728,50 pesos ha ancora la possibilità di richiedere il bonus statale.

I limiti di reddito sono stati ricalcolati in base all’aumento del paniere di base di maggio, che l’Indec ha stimato in 851.351 pesos. Questo indicatore viene utilizzato per definire la soglia di povertà e nel parametro sono incluse le famiglie composte da quattro componenti. In conformità alla normativa vigente, per la segmentazione dell’utenza residente, è stato stabilito che le famiglie il cui reddito non supera 3,5 volte il valore di tale parametro possono richiedere agevolazioni tramite il Registro per l’accesso ai sussidi energetici (RASE).

Gli utenti sono divisi in tre categorie residenziali in base al loro livello di reddito e secondo lo schema di segmentazione in vigore dal 2022. Quelli considerati “ad alto reddito” (N1) pagano di più l’energia, sia il servizio elettrico che la fornitura di gas; Quelli con “reddito basso” (N2) e quelli con “reddito medio” (N3) hanno sconti sulle tariffe ma con un limite di consumo.

Coloro che vogliono ricevere i sussidi non possono guadagnare più della somma equivalente a tre cesti base e mezzo. Foto: 0223.

Secondo gli ultimi dati ufficiali, Gli utenti N1 sono 5,3 milioni, N2 sono 8 milioni e N3 sono 2,7 milioni.

Come eseguire la procedura

Il governo nazionale mantiene aperta la registrazione per richiedere sussidi per elettricità e gas. La procedura è obbligatoria se vuoi continuare ad usufruire del beneficio.

Chi è interessato deve accedere al sito: www.argentina.gob.ar/subsidios. È stato raccomandato dal Segretariato Nazionale per l’Energia di avere a portata di mano, prima di iniziare la gestione online, i dati che dovranno essere registrati: il numero del contatore e il numero Cliente/Servizio/Conto/Contratto o NIS che appare in fattura (per ottenerli dettagli, è possibile accedere al seguente link: https://www.argentina.gob.ar/subsidios/facturas); l’ultima copia del DNI; il numero CUIL di ciascun componente del nucleo familiare maggiore di 18 anni; il reddito vivo di ciascun membro della famiglia di età superiore ai 18 anni; e un indirizzo email.

Il modulo da compilare.

Se presso l’indirizzo del servizio opera una sala da pranzo comunitaria o un’area picnic registrata presso Renacom, è necessario avere il numero di registrazione a portata di mano.

Segmentazione:

Appartengono a N1 famiglie che dichiarano di avere un reddito mensile (totale, perché si considerano quelli di tutti i conviventi) pari o superiore a 2.979.728,50 pesos per una famiglia di tipo 2. Eccezione: in quelle famiglie del comune di Patagones (provincia di Buenos Aires), Chubut, La Pampa, Neuquén, Río Negro, Santa Cruz o Terra del Fuoco, A. e IAS, il reddito mensile totale per appartenere a N1 dovrà essere equivalente o superiore a 3.635.268,77 pesos. Inoltre (e questo include l’intero Paese), devono avere tre o più veicoli di età inferiore a 5 anni; avere tre o più proprietà; possedere un’imbarcazione, un aeromobile o essere proprietario di beni aziendali che dimostrino la piena capacità economica.

Case all’interno di N3 sono coloro che non rientrano nella fascia di reddito più alta e soddisfano una delle seguenti condizioni: reddito mensile totale compreso tra 851.351 e 2.979.728,50 pesos (tra 1 e 3,5 paniere base per una famiglia di tipo 2) Eccezione: per le famiglie con uno o un convivente con un Certificato Unico di Invalidità (CUD), il reddito mensile complessivo per far parte di questo segmento può variare tra 1.277.026,5 e 2.979.728,5 pesos (tra 1,5 e 3,5 cesti base per una tipica abitazione); possedere fino a due immobili e fino a un veicolo di età inferiore a 3 anni. Eccezione: i nuclei familiari con uno o un convivente muniti di Certificato Unico di Invalidità (CUD) possono possedere fino a 1 veicolo di età inferiore a 3 anni per rientrare nella fascia di reddito medio.

Il segmento di reddito più basso (N2) Si tratta delle famiglie con un reddito netto inferiore a 851.351 pesos (paniere di base totale per una famiglia di tipo 2). Eccezione: per i nuclei familiari con uno o un convivente muniti di Certificato Unico di Invalidità (CUD), il reddito complessivo mensile per far parte di questo segmento deve essere inferiore a 1.277.026,5 pesos (1,5 panieri base per una famiglia di tipo 2); possedere fino a una proprietà e non possedere un veicolo di età inferiore a 3 anni. Eccezione: i nuclei familiari con uno o un convivente muniti di Certificato Unico di Invalidità (CUD) possono possedere fino a 1 veicolo di età inferiore a 3 anni per rientrare nella fascia di reddito più bassa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-