Cuba torna a Miss Universo con una regina dell’esilio scelta a Miami dopo 57 anni senza partecipare

Cuba torna a Miss Universo con una regina dell’esilio scelta a Miami dopo 57 anni senza partecipare
Cuba torna a Miss Universo con una regina dell’esilio scelta a Miami dopo 57 anni senza partecipare

Il direttore nazionale di Miss Cuba ha spiegato lunedì all’EFE che Miss Universo, società madre di questi concorsi a livello mondiale, ha proposto quest’anno una “nuova sfida”: avere rappresentanti di più di 120 paesi, tra cui Cuba, al gala che si terrà il prossimo Novembre in Messico.

Il principe Julio César ha attribuito il ritorno di Cuba a Miss Universo a una “visione” dell’organizzazione. “Scommettono sull’inclusione da tutti i punti di vista, soprattutto culturale, e questo è legato al movimento per l’empowerment femminile. “A nessuna donna dovrebbe essere impedito di partecipare, indipendentemente dalla situazione nel suo Paese”, ha affermato.

Ha chiarito che l’organizzazione di Miss Universo, che ha più di 60 anni, “non realizza alcuna transazione con il Governo cubano”. “Trattiamo solo con governi democratici. Per questo si è deciso di dare a Cuba la possibilità di partecipare a Miss Universo, ma da Miami”, ha spiegato.

Il direttore ha ricordato che dall’inizio della dittatura a Cuba, nel 1959, l’isola ha smesso di partecipare al concorso perché “non era compatibile con i suoi ideali”. Per due anni ci furono regine cubane scelte in esilio e incoronate a Miami in un evento chiamato Miss Cuba Libre, che non durò a causa delle tensioni tra Cuba e gli Stati Uniti.

Il principe Julio César, stilista venezuelano con più di due decenni di esperienza nel settore delle reginette di bellezza, ha affermato che Miami, a 144 chilometri da Cuba, è stata scelta per essere “il più grande bastione di tutti i cubani nel mondo”.

A Miami, su mille candidati – comprese donne nate sull’isola o da genitori cubani – poco più della metà sono state preselezionate. Di questi, venti finalisti parteciperanno a un concorso per l’incoronazione a settembre. La maggior parte dei selezionati è nata a Cuba ed è arrivata negli Stati Uniti in zattera, barca o con visto.

La vincitrice porterà un messaggio di libertà e democrazia in Messico, ha affermato il principe Julio César, che ha ribadito che la “visione” di Miss Universo è “l’inclusione, indipendentemente dai paradigmi politici”. L’obiettivo è “dare alle donne l’opportunità di esprimere le proprie qualità e virtù e trasmettere un messaggio”.

Quest’anno, al concorso parteciperanno anche una Miss Argentina, 60 anni, e una Miss Colombia, sposata e con una figlia.

L’attuale Miss Universo, Sheynnis Palacios, la prima nicaraguense e centroamericana a vincere il titolo, vive a New York per adempiere ai suoi impegni con il franchise internazionale e non ha una data per tornare in Nicaragua.

La squadra di Miss Nicaragua si trova in difficoltà dopo che l’ex direttrice dell’organizzazione, Karen Celebertti, è stata esiliata dal governo di Daniel Ortega e accusata di cospirazione e tradimento.

FONTANA: EFE

#Cuba

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-