In queste condizioni Julio César Chávez Jr. era libero da accuse per possesso illegale di armi negli Stati Uniti

In queste condizioni Julio César Chávez Jr. era libero da accuse per possesso illegale di armi negli Stati Uniti
In queste condizioni Julio César Chávez Jr. era libero da accuse per possesso illegale di armi negli Stati Uniti

Chávez Jr. è stato liberato dall’accusa di possesso di armi da fuoco negli Stati Uniti (Foto: Cuartoscuro)

È finita la sofferenza per la famiglia Chávez, il caso di Julio César Chávez Jr. In un tribunale della California, gli Stati Uniti avevano già una risoluzione finale. Il figlio di grande campione messicano era rilasciato delle accuse che ha dovuto affrontare detenzione illegale di armi.

Dopo che Chávez Jr. fu arrestato e incarcerato per questo crimine all’inizio del 2024, i giudici del caso ritirarono le accuse a una condizione. Chávez Jr. è stato graziato dal tribunale della California, quindi non ha più alcun rapporto con la legge.

Ma questa situazione si è verificata in una condizione specifica. Perché gli avvocati del pugile messicano hanno presentato alle autorità la tesi di problemi di salute mentale del suo cliente, la corte ha ritirato le accuse fintanto che rimane sobrio.

In questa situazione, Julio César Chávez Jr. espresso per i microfoni Finestre che si sente bene per come il suo caso è stato assolto, inoltre, riguardo alla richiesta del giudice ha assicurato che è qualcosa che anche lui vuole, quindi continuerà a lavorare per stare bene.

Julio César Chávez si prepara a tornare sul ring a luglio (IG/ @jcchavezjr)

“Mi sento molto bene, felice perché quello che hanno provato a fare è stato approvato, e per me è più facile perché l’unica cosa che il giudice mi chiede è, davvero, che sia pulito. È qualcosa che voglio anch’io, quindi tutto quello che devo fare è essere pulito”.

Per i prossimi due anni Chávez Jr. dovrà restare in questa condizione di sobrietà, poiché le autorità statunitensi gli effettueranno test antidroga casuali, quindi dovrà continuare con le sue terapie.

Questa notizia non solo ha reso felice Chávez Jr., ma anche Cesare della boxe Ha anche condiviso la felicità che suo figlio non abbia più problemi pendenti con la legge. Julio César Chávez Ha espresso il sentimento che questa decisione dei giudici ha generato in lui.

Julio César temeva per la vita di suo figlio, poiché non passava giorno in cui non pensava che Junior corresse il rischio di morire a causa delle sostanze che consumava Foto: Cuartoscuro

Durante un incontro con la stampa, ha condiviso i dettagli di come sta il suo primogenito dopo questa notizia. “Siamo molto contenti perché il giudice lo ha esonerato da ogni colpa, quella era la cosa più importante”.

Tuttavia, non ha ignorato i brutti momenti che ha attraversato. Prima julito si sarebbe riabilitato e avrebbe affrontato il suo problema, Giulio Cesare temeva per la vita di suo figliopoiché non c’era giorno in cui non pensassi che il Junior Rischiava di morire a causa delle sostanze che consumava.

Inoltre, ha confessato che non immaginava che questo giorno sarebbe arrivato, perché l’angoscia come genitore l’ha sempre accompagnata, quindi non sapeva come aiutare suo figlio ad affrontare questo problema. Questo è ciò che ha espresso a vari media.

“Molto felice, pensavamo che questo giorno non sarebbe mai arrivato, pensavo che Julio sarebbe morto da un momento all’altro, era una preoccupazione costante ogni giorno, e se fosse spuntato, e se non fosse spuntato… ma, i tempi di Dio sono perfetti e ora siamo molto felici perché mio figlio è diverso”.

Julio César Chávez ha cercato di aiutare suo figlio a superare le dipendenze (Instagram/ @jccavez115)

Chávez Jr. ha rivelato in un’intervista a Carlos Zar Aguilar per TUDN che i suoi problemi di dipendenza sono iniziati quando ha vinto il titolo di World Boxing Council (WBC) nei pesi medi. I problemi si sono aggravati dopo i suoi molteplici ricoveri e uscite dai centri di riabilitazione, situazione che ha definito traumatica e che, secondo lui, ha esacerbato i suoi episodi di paranoia.

Durante il suo discorso, Chávez Jr. ha affermato che le sue ricadute erano spesso dovute a ciò che percepiva come “confinamento” in questi centri, nonostante la costante supervisione e l’aiuto di suo padre. Questa situazione ha portato a comportamenti irregolari, inclusa l’acquisizione di un’arma illegale che ha portato al suo arresto all’inizio del 2024.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-