Il tiro con l’arco e i tuffi cubani aggiungono quote olimpiche

Il tiro con l’arco e i tuffi cubani aggiungono quote olimpiche
Il tiro con l’arco e i tuffi cubani aggiungono quote olimpiche

L’Avana, 17 giu. (ACN) Il tiro con l’arco e i tuffi hanno aggiunto posti per i Giochi Olimpici di Parigi 2024, grazie a Hugo Franco e Prisis Leydis Ruiz, che sono diventati i numeri 44 e 45 cubani con posti sicuri nella delegazione che parteciperà all’evento multisportivo parigino.

L’edizione digitale della pubblicazione sportiva JIT ha riferito oggi che la Direzione delle alte prestazioni dell’Istituto nazionale di sport, educazione fisica e ricreazione (Inder), ha offerto le informazioni dopo che entrambi hanno concluso con successo i processi di qualificazione progettati per i rispettivi sport.

Franco si è guadagnato il biglietto per il torneo finale di qualificazione olimpica di tiro con l’arco del 2024, tenutosi nella città turca di Antalya come ultima opportunità per ottenere biglietti individuali e di squadra.

L’uomo di Pinar del Río ha preso il posto da quando è passato alla semifinale della categoria arco ricurvo, ottenuta con la vittoria per 7-3 sull’iraniano Faez Mohammadizardkhaneh.

Già con lo spazio riservato alla giostra sotto i cinque anelli, ha perso 1-7 contro Sagor Islam Md, del Bangladesh, ma ha poi sconfitto 6-2 il vietnamita Phong Le Quoc nel duello per la medaglia di bronzo.

Franco, vincitore di tre medaglie di bronzo ai Giochi Centroamericani e dei Caraibi di San Salvador 2023, aveva già cercato la qualificazione per l’evento della capitale francese nella competizione continentale tenutasi lo scorso aprile nella città colombiana di Medellín.

Con la sua prestazione più recente, il capitano della squadra maschile diventa l’ottavo cubano a partecipare ad un evento olimpico, poiché i primi a godere di questo privilegio furono Juan Carlos Stevens, Ismely Arias, Yaremis Pérez e Edisbel Martínez, che parteciparono all’edizione di Sydney 2000. .

Quattro anni dopo, ad Atene, si è esibita Maydenia Sarduy, Stevens ha ripetuto la sua esperienza a Pechino 2008 – con il quinto posto registrato come miglior risultato storico – e a Londra 2012, e Adrián Puentes ha lanciato le ultime frecce a Rio de Janeiro 2016, ha evidenziato il JIT.

La buona notizia per Prisis è arrivata dagli uffici della Wold Aquatics una volta conclusa ed ufficializzata l’assegnazione dei posti per la prova individuale dal trampolino di tre metri.

Lei, originaria della provincia orientale di Santiago de Cuba, aspettava l’ufficialità grazie alla sua buona posizione nel ranking mondiale, dopo essersi classificata al 16° posto nel campionato mondiale di sport acquatici organizzato a Doha, in Qatar, a febbraio.

“L’ufficializzazione è arrivata attraverso il Comitato Olimpico Cubano e aspettiamo che qualcosa di simile accada con Anisley García, quando si chiuderà il processo sulla piattaforma”, ha spiegato Milagros González, commissaria sportiva nazionale.

Vincitrice del trampolino di tre metri ai Giochi Centroamericani e dei Caraibi di San Salvador 2023, Prisis vivrà ora la sua prima esperienza olimpica e segnerà il ritorno delle donne cubane a quell’evento.

In questa modalità, l’ultima incursione risale a 24 anni fa, quando Joana Cruz era una delle candidate al titolo corrispondente a Sydney 2000. Otto anni dopo, a Pechino, la precedente partecipazione di una tuffatrice cubana con Annia Rivera nella piattaforma test.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-